Lunedì 23 Maggio 2022
Ad acquistarlo una società di S. Teresa. Finora non è sorto nessun insediamento


Roccalumera, dopo sette anni venduto un altro lotto ma l'area artigianale rimane deserta

di Andrea Rifatto | 16/05/2021 | ATTUALITÀ

1579 Lettori unici

Il lotto venduto dal Comune

Erano anni che al Comune di Roccalumera non giungeva una richiesta di acquisto di un lotto dell’area artigianale di contrada Piana, realizzata nel 2009 ma finora rimasta deserta visto che non sono ancora sorti insediamenti. Adesso si è concluso l’iter iniziato nei mesi scorsi finalizzato alla stipula del contratto di cessione. Ad acquistare il terreno è stata la società “Xdevel Srl” di Santa Teresa di Riva, operante nel settore informatico, di cui è rappresentante legale il signor Maurizio Gugliotta, che ha ricevuto dal Comune il lotto numero 7, la cui area si estende su una superficie di 842 metri quadrati ed è stata pagata al prezzo fissato dal Comune, pari a 165 euro al metro quadrato, per un esborso totale da parte del privato pari a 138mila 930 euro. Il verbale di assegnazione approvato a gennaio dalla commissione e tutti gli atti connessi sono stati approvati con un provvedimento del responsabile dell’Area Tecnica, l’architetto Pino Della Scala. Secondo il Piano degli insediamenti produttivi redatto dal Comune, dei 14 lotti realizzati solo due erano destinati per essere adibiti a sede di aziende, imprese o piccoli-medi imprenditori operanti nel settore informativo e/o della produzione di beni e servizi, il 19 e il 20, entrambi successivamente assegnati insieme ad altri tre, per un totale di cinque lotti già venduti. Il Comune, però, ha deciso di far prevalere l’interesse pubblico su cui è basata la realizzazione dell’area artigianale, finalizzata a generare uno sviluppo socio-economico del territorio, e anche per evitare di lasciare inutilizzato e improduttivo il finanziamento ricevuto ha deciso nei mesi scorsi di derogare a quanto stabilito nel 2014, destinando anche il lotto 7 al settore informatico, così da dare la possibilità alla società interessata di poter procedere con l’acquisto. La zona artigianale di Roccalumera è sorta grazie ad un finanziamento da 2,8 milioni di euro concesso nel 2009 dalla Regione, con l’aggiunta di 1,1 milioni di euro del Comune: sono state realizzate le infrastrutture viarie, la suddivisione dei 14 lotti per una superficie totale di 9.700 metri quadrati, la rete di illuminazione, la zona parcheggio dotata di tettoie fotovoltaiche (mai utilizzate), ma finora di fabbriche e insediamenti produttivi non c’è traccia, nonostante siano stati venduti cinque lotti. Adesso sei.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.