Mercoledì 19 Giugno 2024
Stop dall'Amministrazione alle riprese dopo la richiesta di pagamento del primo semestre


Roccalumera, Consigli trasmessi in tv senza affidamento: siglato accordo e rapporto chiuso

di Andrea Rifatto | 29/09/2023 | ATTUALITÀ

705 Lettori unici

Il servizio è andato avanti fino a giugno

Un’attività che andava avanti da quasi vent’anni, che la nuova Amministrazione comunale ha deciso di interrompere e archiviare definitivamente. Non saranno più trasmesse in televisione le sedute del Consiglio comunale di Roccalumera, un servizio affidato dal 2004 all’emittente televisiva Tele90 sulla base di una convenzione per la diffusione delle attività istituzionali del Comune. Il servizio è proseguito senza soluzione di continuità, con impegni spesa e liquidazioni a metà o fine anno per un importo che negli ultimi anni si era attestato sui 6mila euro annui, e che era proseguito nel 2023, anche se formalmente non esisteva alcun atto di affidamento. Le riprese sono così andate avanti pure durante le quattro sedute consiliari tra gennaio e giugno e il 5 luglio è arrivata in municipio una fattura di 3mila euro per il primo semestre 2023, “senza che da parte dell’ente vi fosse stato alcun rinnovo formale” recita la delibera di giunta adottata per trovare un accordo, anche se amministratori e responsabili comunali erano ben consapevoli già da gennaio che il servizio stesse proseguendo, vista la presenza della telecamera in aula.

L’Amministrazione ha dunque deciso, “al fine di evitare contenziosi e riconoscendo la prestazione resa”, di definire la questione con un accordo bonario, che prevede il pagamento dell’intero importo di 3mila euro a seguito del quale l’emittente accetta la chiusura del rapporto senza nulla a pretendere nè per il passato nè per il futuro. “Nell’arco di un ventennio la comunicazione istituzionale si è significativamente evoluta con la diffusione di nuovi strumenti tecnologici e del social a discapito del mezzo televisivo e la prosecuzione del servizio appare obsoleta - si legge nella delibera - e l’ente ha già conferito uno specifico incarico di portavoce”, che si occupa della ripresa e trasmissione delle sedute consiliari sulla pagina social istituzionale del Comune. Una decisione maturata anche nell’ambito dell’azione di ricognizione di tutti i servizi al fine di valutarne la prosecuzione, l’utilità e la vantaggiosità per l’ente, nell’ottica di un’azione di razionalizzazione finalizzata anche a risparmi di spesa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.