Mercoledì 25 Maggio 2022
Setacciata dagli esperti la zona di arenile dove si riteneva avesse nidificato


Roccalumera, amara sorpresa sulla spiaggia: nessun nido di tartaruga dopo l'avvistamento

di Andrea Rifatto | 28/07/2021 | ATTUALITÀ

10048 Lettori unici

Le transenne intorno all'area sono state rimosse

Amara sorpresa sulla spiaggia di Roccalumera, dove si riteneva che la sera del 15 luglio un esemplare di tartaruga Caretta Caretta avesse deposto le proprie uova. Nella zona che era stata immediatamente recintata dopo l’avvistamento, infatti, non è avvenuto alcun ritrovamento dopo l’intervento degli esperti del Wwf, che hanno scandagliato tutta l’area nella zona sud del paese, intorno ad un’isola ecologica, percorsa quel giorno dal rettile che aveva poi scavato una buca nella quale si pensava avesse nidificato, lasciando un vistoso solco sulla superficie sabbiosa dopo il suo passaggio. Forse dopo un tentativo iniziale, invece, la tartaruga si è allontanata senza deporre, probabilmente disturbata dai rumori dei curiosi e dai flash del telefonini con i quali è stata fotografata e scoraggiata dai curiosi, la cui presenza potrebbe averla fatta desistere. Le transenne sono state adesso rimosse dal Comune dopo le verifiche svolte su quel tratto di arenile, ma non è escluso che la Caretta Caretta possa aver scelto un altro punto nelle immediate vicinanze per deporre le uova: “Gli esperti ci hanno detto che questa tartaruga è nata qui e dunque potrebbe tornare a deporre le uova - spiega l’assessore Elio Cisca - anzi probabilmente le ha già lasciate in un altro punto che finora non è stato individuato. In ogni caso invitiamo i bagnanti a prestare massima attenzione qualora dovessero trovarle”. La schiusa delle uova avviene tra 45 e 70 giorni, quando si aprono quasi tutte simultaneamente e i piccoli, per uscire dal guscio, utilizzano una struttura particolare, il “dente da uovo”, che viene poi riassorbito in un paio di settimane. Usciti dal guscio impiegano dai due ai sette giorni per scavare lo strato di sabbia che sormonta il nido e raggiungere la superficie e quindi, in genere col calare della sera, si dirigono verso il mare.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.