Giovedì 02 Aprile 2020
L'impianto, utilizzato anche da Furci e Pagliara, sarà manutenuto da una ditta messinese


Roccalumera, affidata fino al 2021 la gestione del depuratore fognario

di Andrea Rifatto | 16/03/2020 | ATTUALITÀ

390 Lettori unici

Il depuratore di Roccalumera

Sarà una ditta messinese ad occuparsi del servizio di gestione e manutenzione dell’impianto consortile di depurazione fognaria di Roccalumera, a servizio anche dei comuni di Furci Siculo e Pagliara. Al termine delle procedure di gara avviate a fine dicembre alla centrale di committenza Asmel, il Comune roccalumerese ha affidato l’appalto per il controllo dell’esercizio del depuratore, delle stazioni di sollevamento e della condotta sottomarina di scarico nel mare di Roccalumera, valido dal marzo di quest’anno fino al 31 dicembre 2021. L’importo della gara era di 185mila 355 euro di cui 180mila 721 a base d’asta e 4mila 633 per oneri di sicurezza. A presentare istanza sono state 14 ditte e dopo la richiesta di chiarimenti e documenti integrativi sono state 9 quelle ammesse alla fase successiva; un’altra è stata poi esclusa in sede di apertura delle offerte economiche e al termine è stata individuata quale migliore offerta quella della ditta Alak Srl di Brolo, che ha proposto un ribasso del 27,67% con un’offerta giudicata però anomala. L’impresa ha quindi dovuto fornire elementi giustificativi in merito all’affidabilità e alla congruità dell’offerta presentata in relazione alla corretta esecuzione dell’appalto, che sono stati ritenuti sufficienti dal Comune così come adeguate le spiegazioni fornite a giustificare il livello dei prezzi proposti. Pertanto il responsabile del procedimento, il geom. Giuseppe Gugliotta dell’Ufficio tecnico comunale, ha proposto l’aggiudicazione della gara per l’importo di 135mila 349 euro, di cui 130mila 715 per lavori e 4mila 663 per oneri di sicurezza, siglata dal responsabile dell’Area Tecnica del Comune di Roccalumera, l’architetto Pino Della Scala. L’aggiudicazione diventerà efficace alla positiva conclusione delle verifiche dei requisiti di partecipazione della ditta aggiudicataria e si potrà procedere alla firma del contratto non prima di 35 giorni. I costi sono a carico del bilancio comunale di Roccalumera, che provvederà poi a chiedere le rispettive quote di gestione ai Comuni di Furci e Pagliara.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.