Mercoledì 01 Dicembre 2021
Ordinanza del sindaco Argiroffi. Le analisi hanno rilevato la presenza di batteri fecali


Roccalumera. Acqua inquinata ad Allume, divieto di utilizzo della fonte Canale

di Redazione | 16/06/2016 | ATTUALITÀ

2839 Lettori unici

La frazione Allume

Risulta inquinata l’acqua che sgorga dalla sorgente Canale della frazione Allume, a Roccalumera. Il dato è emerso dall’ultimo controllo di routine effettuato dal Comune, dal quale è risultata la conformità ai parametri di legge delle acque destinate al consumo umano distribuite dal civico acquedotto, mentre per la fonte Canale, che non fa parte dell’acquedotto roccalumerese, i valori non sono risultati conformi in quanto è stata riscontrata una contaminazione biologica dovuta alla presenza di escherichia coli e coliformi fecali, batteri che rendono l’acqua non idonea al consumo umano. Le analisi sono state ripetute due volte, in quanto dopo il primo prelievo l’Amministrazione comunale ha inviato gli operai dell’ente per effettuare la pulizia della galleria di presa, così da provare a rimuovere la causa dell’inquinamento, Ieri, però la ditta incaricata del controllo ha confermato che il campione di acqua potabile prelevato nella sorgete Canale ad Allume risulta contaminato. Il sindaco Gaetano Argiroffi, preso atto che ricorrono i presupposti per l’emissione di un provvedimento urgente per la tutela della salute pubblica, ha quindi firmato un’ordinanza che vieta a scopo cautelativo, fino a nuove disposizioni, l’utilizzo per il consumo umano dell’acqua della fonte Canale a causa della mancata conformità microbiologica ai parametri di legge. Il provvedimento è stato inviato al ministero della Salute, agli assessorati regionali della Salute e Territorio e Ambiente, all’Asp, all’Arpa e alle forze dell’ordine per quanto di competenza.

Il 6 maggio scorso il gruppo consiliare di minoranza di Roccalumera aveva posto l'attenzione sulla presunta non potabilità dell’acqua della fonte Canale, rilevando come diversi cittadini segnalassero l’uso di diserbanti nei terreni limitrofi alla sorgente: “Situazione che se corrispondente al vero ed appurata – avevano scritto in quell’occasione Rita Corrini, Giuseppe Melita, Maria Grazia Saccà, Antonella Totaro e Ada Maccarrone – potrebbe compromettere la potabilità dell’acqua stessa”. Gli esponenti dell’opposizione avevano fatto presente di aver chiesto chiarimenti al Comune e di aver ricevuto rassicurazioni da parte degli amministratori sulla volontà di voler intervenire per verificare l’eventuale inquinamento della fonte, chiedendo allo stesso tempo di provvedere a far analizzare l’acqua per rassicurare i cittadini. Le analisi effettuate nei giorni scorsi hanno confermato i dubbi sulla qualità del prezioso liquido che sgorga dalla fonte di Allume.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.