Domenica 24 Maggio 2020
L’impresa pagherà il pregresso e un affitto mensile per le aree di cantiere


Roccalumera, accordo Comune-Fin Consorzio sull’uso dei lotti artigianali

di Andrea Rifatto | 24/07/2016 | ATTUALITÀ

1669 Lettori unici

I lotti di contrada Piana

Raggiunta l’intesa tra il Comune di Roccalumera e la “Fin Consorzio”, impresa che sta realizzando le opere di metanizzazione nel comprensorio jonico, in merito all’utilizzo dei lotti artigianali di contrada Piana come base del cantiere. Giovedì a Messina, davanti ad un organismo di conciliazione, è stato siglato l'accordo tra le parti per la regolarizzazione del pregresso, a cui ha fatto seguito la stipula di un contratto di locazione per le aree attualmente occupate dall’impresa. Il documento, sottoscritto dall’assessore al Contenzioso Miriam Asmundo e dall’avv. Giuseppe Marisca per il Comune e dagli avvocati Nunziatina Di Cavolo e Fabio Lo Presti per la “Fin Consorzio”, prevede il pagamento entro 30 giorni della somma di 6mila euro a titolo di indennizzo per il periodo agosto 2015-luglio 2016, mentre dal 1° agosto 2016 al 31 luglio 2017 l’impresa dovrà versare per l’utilizzo dei cinque lotti un canone mensile di mille euro. Il contratto è stato firmato dal responsabile dell'Area tecnica del Comune, l’arch. Giuseppe Della Scala e dall’avv. Nunziatina Di Cavolo.

Si chiude così la querelle iniziata nei mesi scorsi, quando l’Amministrazione comunale del sindaco Gaetano Argiroffi aveva affidato l’incarico legale all’avv. Marisca per attivare la procedura di mediazione giudiziaria e l’eventuale ricorso contro la “Fin Consorzio” così daottenere il giusto corrispettivo spettante al Comune in dipendenza dell’occupazione dei lotti nonché, in caso di mancato accordo, lo sgombero delle aree. Le parti avevano siglato un’intesa l’11 luglio 2014, che prevedeva l’uso dei cinque lotti per un periodo di un anno: in cambio il Comune aveva ottenuto il rifacimento del manto stradale sul lungomare, dopo la posa della condotta del gas metano, per l’intera larghezza della carreggiata. L’11 dicembre 2015 la “Fin Consorzio”, non avendo ancora ultimato i lavori di metanizzazione, aveva chiesto una proroga all’uso delle aree, ottenendo piena disponibilità dall’Ente. L’1 marzo scorso Comune e impresa si erano quindi incontrati per concordare i termini della proroga e il corrispettivo economico da versare: in quella sede l’impresa si era impegnata a proporre le possibili soluzioni salvo poi non avanzare alcuna proposta, ma diffidando anzi il Comune dall’intraprendere ogni iniziativa volta allo sgombero. Ipotesi scongiurata dopo l’accordo di giovedì.

Più informazioni: metanizzazione roccalumera  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.