Lunedì 06 Febbraio 2023
La denuncia del Comitato Pendolari: ‘Continui imprevisti e scarsa informazione’


Ritardi infiniti e treni soppressi, odissea sulla Messina-Catania-Siracusa

di Redazione | 01/07/2015 | ATTUALITÀ

2088 Lettori unici

Sono sempre più frequenti gli imprevisti tecnici sulla linea ferrata Messina-Catania-Siracusa, gestita da Rete Ferroviaria Italiana, che procurano gravi disagi ed enormi disservizi all’utenza che si sposta tra i tre capoluoghi siciliani. A denunciarlo è il Comitato Pendolari Siciliani, che alla luce della firma dell’intesa tra la Regione Sicilia e Trenitalia per la gestione del trasporto ferroviario nell’Isola, fa presente come continuino i disagi quotidiani per quanti scelgono il treno negli spostamenti quotidiani. “Teniamo a precisare che all’utente deve essere garantita un’informazione tempestiva così come prevista nel MAS (manuale annunci sonori) – spiegano i membri del Comitato – sia a bordo treno che in stazione. Informazione tempestiva che molto spesso non c’è. I disservizi sono sorti intorno alle 13 di martedì 30 giugno e come avviene sempre i responsabili di Rfi  - proseguono – non danno tempi certi sulla riparazione dell’inconveniente all’infrastruttura, costringendo l’utenza ad attese estenuanti sia nelle stazioni di partenza che a bordo dei treni con lunghe soste nelle stazioni intermedie nell’attesa di ripartire. Un aspetto che la Regione Sicilia deve prendere in considerazione – conclude il Comitato Pendolari Siciliani – visto che a presto dovrà concordare con Trenitalia tuti gli aspetti più importanti per la definizione della tipologia dei servizi ferroviari previsti nel Contratto “Ponte” sino al 2016 per poi affidarlo in maniera definitiva per dieci anni sino al 2027”.
Il comitato fa poi un lungo elenco di ritardi e soppressioni di treni del 30 giugno, evidenziando come i mezzi in questione abbiano accumulato ritardi per 684 minuti pari a 11 ore e 24 minuti, mentre 323 sono stati i km/treno soppressi. Il Comitato invita alla collaborazione tutti gli utenti che potranno segnalare all'indirizzo comitatopendolari@gmail.com quanto avviene durante il loro viaggio in treno e/o in stazione (climatizzazione, comfort, annunci, informazioni, etc). 

I treni interessati dai disagi di ieri:

Messina-Catania-Siracusa
Treno 3867 delle ore 12.18 arrivato a Siracusa con 88 minuti di ritardo
Treno 12873 delle ore 13.17 soppresso da Taormina a Catania
Treno 12831 delle ore 13.35 soppresso da Messina a Catania
Treno 12875 delle ore 14.10 arrivato a Catania con 91 minuti di ritardo
Treno 12877 delle ore 14.32 arrivato ad Alcantara con 33 minuti di ritardo e soppresso da Alcantara
a Catania
Treno 12849 delle ore 16.05 arrivato a Siracusa con 12 minuti di ritardo
Treno 3869 delle ore 16.20 arrivato a Siracusa con 26 minuti di ritardo
Treno 12879 delle ore 16.35 soppresso da Messina a Catania
Treno 3871 delle ore 18.40 arrivato a Catania con 10 minuti di ritardo
Treno 8595 delle ore 19.10 arrivato a Siracusa con 19 minuti di ritardo
Treno 8573 delle ore 20.37 arrivato a Fiumefreddo con 16 minuti di ritardo
Treno 12885 delle ore 21.45 arrivato a Catania con 16 minuti di ritardo

Siracusa-Catania-Messina
Treno 12872 delle ore 11.12 arrivato a Messina con 14 minuti di ritardo
Treno 12874 delle ore 12.23 arrivato a Messina con 64 minuti di ritardo
Treno 12876 delle ore 13.02 arrivato a Messina con 36 minuti di ritardo
Treno 12878 delle ore 13.59 soppresso da Catania a Messina
Treno 12880 delle ore 14.23 arrivato a Messina con 26 minuti di ritardo
Treno 12830 delle ore 14.25 arrivato a Messina con 23 minuti di ritardo
Treno 12882 delle ore 16.20 soppresso da Catania ad Alcantara, parte da Alcantara ed arriva a
Messina con 83 minuti di ritardo
Treno 3872 delle ore 17.16 arrivato a Messina con 25 minuti di ritardo
Treno 8586 delle ore 17.33 arrivato a Messina con 43 minuti di ritardo
Treno 12886 delle ore 20.46 arrivato a Messina con 59 minuti di ritardo


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.