Domenica 28 Febbraio 2021
La stazione autostradale di S. Teresa, chiusa dal 2015, è terra di nessuno


Rifiuti e degrado, l’abbandono dell’area di servizio Barracca Ovest sull’A18 – FOTO

di Redazione | 14/09/2016 | ATTUALITÀ

2995 Lettori unici

Due scatti che testimoniano il degrado

Da luogo di sosta e ristoro a deserto circondato da rifiuti e degrado. L’area di servizio Barracca Ovest sull’autostrada A18 Messina-Catania, a S. Teresa di Riva, è da oltre un anno nell’abbandono più totale. Dopo la chiusura decisa da Autogrill a partire dal 24 maggio 2015, quello che un tempo era un punto di riferimento per quanti percorrono l’arteria autostradale in direzione Catania, l’unica stazione di servizio tra Messina e Taormina per chi sbarca in Sicilia, è divenuto terra di nessuno. Sparsi in tutto il piazzale si trovano rifiuti di ogni genere, anche ingombranti, scaricati da camionisti e automobilisti di passaggio che sostano per poco tempo o per periodi prolungati durante il loro viaggio sull’A18. Una vera e propria discarica a cielo aperto, con sacchetti gettati tra la vegetazione, nelle cunette di raccolta delle acque e dietro quello che un tempo era il bar-shop. Il tutto tra erbacce, odori nauseabondi e roditori che girano nel piazzale. Anche le condizioni del sottopasso che collega con l’area Barracca Est non sono delle migliori: il vialetto per accedervi è quasi totalmente ostruito dalle piante e il passaggio sotto le carreggiate è notevolmente sporco e non mancano le infiltrazioni d’acqua. Senza contare le diverse cabine elettriche dell'alta tensione accessibili a chiunque. L’area di servizio Barracca Ovest continua comunque ad essere utilizzata dai pendolari, che lasciano i propri mezzi nel parcheggio esterno raggiungibile da S. Teresa, per poi recarsi al lavoro con colleghi di passaggio. Anche l’ingresso all’area autostradale è stato danneggiato e la recinzione, ormai divelta, consente l’accesso anche ai mezzi a due ruote.

Dove fino a poco più di un anno fa trovavano occupazione 14 lavoratori tra l’area Autogrill e la stazione di rifornimento Tamoil, adesso la fanno da padrona il degrado e la sporcizia, tra l’indifferenza del Consorzio autostradale siciliano, ente gestore della Messina-Catania. Nei giorni scorsi il Comune di S. Teresa di Riva ha ripulito la stradina che consente di raggiungere l’area di servizio, dopo anni di totale abbandono, ma la competenza sullo slargo autostradale rimane del Cas, anche se l'Amministrazione potrebbe attivarsi per segnalare la situazione di degrado che a lungo andare potrebbe creare problemi di natura igienico-sanitaria. 


Più informazioni: barracca ovest  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.