Lunedì 15 Aprile 2024
Contributi per la copertura dei costi straordinari sostenuti per il trasferimento


Rifiuti all'estero, dalla Regione arrivano 1,8 milioni per 32 comuni di Jonica e Alcantara

di Andrea Rifatto | 14/11/2023 | ATTUALITÀ

1162 Lettori unici

Un sistema di smaltimento basato sulla logica dell'emergenza

Via libera dall’Assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di pubblica utilità all’erogazione ai Comuni delle somme necessarie per la copertura dei costi straordinari sostenuti per il trasferimento di rifiuti all’estero. Le risorse finanziarie messe a disposizione ammontano complessivamente a 45 milioni di euro, ma l’importo del contributo da riconoscere agli enti era pari a 54,7 milioni, dunque oltre la dotazione finanziaria disponibile, e pertanto a ciascun Comune è stato riconosciuto un importo pari alla somma calcolata secondo i parametri ma decurtata proporzionalmente del 17,73%. Tra la zona jonica e la valle dell’Alcantara le risorse sono state assegnate 32 Comuni, per un totale di 1 milione 847mila 808 euro, di cui 25 enti appartenenti alla Srr Messina Area Metropolitana (1 milione 657mila 480 euro) e altri 7 ricadenti nel territorio della Srr Messina Provincia (190mila 328 euro), dopo che le società di regolamentazione rifiuti hanno trasmesso l’elenco comunicando i periodi di trasferimento fuori regione per ciascun Comune. L’importo più alto in assoluto lo ottiene Taormina, comune a cui il Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti ha assegnato 456mila 908 euro; seguono nel comprensorio jonico Giardini Naxos con 398mila 560 euro, Santa Teresa di Riva 134mila 268, Letojanni 125mila 060, Roccalumera 93mila 087, Sant’Alessio Siculo 66mila 056, Gaggi 57mila 748, Nizza di Sicilia 54mila 491, Furci Siculo 40mila 177, Savoca 33mila 362, Alì Terme 31mila 502, Itala 31mila 280, Scaletta Zanclea 28mila 801, Castelmola 22mila 416, Forza d’Agrò 15mila 699, Limina 14mila 485, Fiumedinisi 9mila 971, Mongiuffi Melia 9mila 477, Gallodoro 6mila 996, Casalvecchio Siculo 6mila 236, Antillo 5mila 996, Pagliara 5mila 247, Alì 4mila 452, Mandanici 3mila 362 e Roccafiorita 1.743 euro. Nella valle dell’Alcantara contributo più alto per Graniti con 50mila 819 euro, poi Francavilla di Sicilia 39mila 876, Motta Camastra 31mila 897, Santa Domenica Vittoria 25mila 579, Mojo Alcantara 15mila 005, Malvagna 14mila 022 e Roccella Valdemone 13mila 130 euro. 

I contributi sono stati riconosciuti in maniera forfettaria, per accorciare i tempi dovuti alla rigida logica del rimborso, e assegnati sulla base dei dati ufficiali desunti dalla piattaforma ORSo, l'Osservatorio rifiuti sovraregionale, espressi in tonnellate, per il periodo compreso tra l’1 giugno 2022 e il 31 luglio 2023. Nello specifico, valutato il quantitativo di indifferenziato prodotto, è stato assegnato ai Comuni un extra costo pari a 120 euro a tonnellata, al quale è stata associata una premialità aggiuntiva in base alla percentuale di raccolta differenziata: nessuna premialità fino al 30%, il 10% in più dal 30 al 60%, il 20% in più dal 60 al 100%. I contributi dovranno essere utilizzati esclusivamente per migliorare i servizi afferenti la raccolta rifiuti e saranno erogati all’esito favorevole dell’istruttoria tecnico-amministrativa, volta a verificare per ciascun Comune beneficiario il rispetto della normativa in materia di trasferimento rifiuti fuori regione, l’assolvimento degli adempimenti relativi al caricamento dei dati sulla piattaforma ORSo e dato consolidato, la produzione delle dichiarazioni di veridicità, l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti entro il 31 dicembre 2022 e l’effettivo periodo temporale di conferimento dei rifiuti fuori regione. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.