Venerdì 31 Maggio 2024
L'avvocato ed ex ministro seguirà il caso del taglio dei fondi per il dissesto


Ricorso al Tar contro la Regione, il Comune di S. Teresa si affida a Gianpiero D'Alia

di Andrea Rifatto | 15/10/2019 | ATTUALITÀ

1826 Lettori unici

L'avvocato Gianpiero D'Alia

Sarà l’avvocato Gianpiero D’Alia a rappresentare il Comune di S. Teresa di Riva dinanzi al Tar nel ricorso che l’Amministrazione comunale presenterà contro la delibera del Governo regionale che ha tagliato i fondi per la lotta al dissesto idrogeologico. Il suo nome è stato indicato direttamente dalla Giunta nella proposta a firma del sindaco Danilo Lo Giudice e oggi gli Uffici hanno impegnato la somma di 7mila 734 euro per l’espletamento dell’incarico. L’ex ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione durante il governo Letta, già sottosegretario e parlamentare nazionale, che dopo aver lasciato la politica si dedica esclusivamente all’attività forense, dovrà far valere le ragioni del Comune contro la decisione del governo Musumeci di rideterminare i finanziamenti del Patto per il Sud, che hanno portato S. Teresa a perdere 2 milioni 850mila euro per l’intervento di sistemazione idraulica del torrente Savoca e 9 milioni 553mila per la protezione del litorale dall’erosione costiera, con la sola disponibilità rispettivamente di 194mila 033 e 900 mila euro per completare la progettazione esecutiva in quanto secondo la Struttura commissariale contro il dissesto gli elaborati progettuali non erano ancora cantierabili. “Definanziamento (quasi totale) delle opere che può arrecare grave pregiudizio al territorio comunale ricompreso in zona a grave rischio di dissesto idrogeologico” ha evidenziato l’Amministrazione, che confida dunque nel lavoro dell’avvocato Gianpiero D’Alia per stoppare e annullare il provvedimento della Regione.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.