Lunedì 06 Febbraio 2023
I lavoratori si fermano tutta la giornata. A Santa Teresa scontro sindacato-ditta


Raccolta rifiuti, lunedì sciopero anche nella zona jonica e stop al servizio porta a porta

di Redazione | 07/11/2021 | ATTUALITÀ

1153 Lettori unici

Domani niente raccolta

Si fermeranno anche nella zona jonica, nella giornata di domani, i lavori dei servizi ambientali, per aderire allo sciopero generale indetto da Fp-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, sindacati che puntano il dito contro le associazioni datoriali accusate di aver provocato la rottura delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di settore. Lo sciopero sarà per lintera giornata di lavoro e riguarderà tutti i turni, ma saranno garantiti i servizi essenziali in scuole, municipi, caserme, ospedali ed edifici pubblici sede di servizi strategici. I sindaci del comprensorio hanno avvisato la popolazione spiegando che la raccolta porta a porta dei rifiuti domani non avverrà come da calendario e dunque i mastelli non verranno ritirati. Allo sciopero aderiscono anche gli operatori dell’Aro di Santa Teresa di Riva, associati al sindacato Unilavoratori che da tempo è in contrasto con la ditta “Onofaro Antonino” per alcune divergenze nell’espletamento del servizio di raccolta rifiuti: il referente sindacale Salvatore Trimarchi ha infatti comunicato che gli addetti non effettueranno più lavoro straordinario ma seguiranno solo ed esclusivamente gli orari previsti dal contatto nazionale di categoria, ossia 38 ore settimanali ripartite in 8 ore il lunedì e 6 ore dal martedì al sabato. Unilavoratori ha ricordato inoltre come la mansione ricoperta dai lavoratori dell’Aro santateresino sia gravosa e che la Srr Messina Area Metropolitana li ha concessi in utilizzo alla ditta per operare solo nel territorio del comune di Santa Teresa di Riva e non in altri centri. La “Onofaro” ha replicato sostenendo di non comprendere la natura della comunicazione visto che “il lavoro straordinario è svolto su base volontaria, qualora richiesto e autorizzato da parte dell’azienda al lavoratore”. Visioni opposte che finora non hanno trovato un punto di incontro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.