Giovedì 25 Luglio 2024
Consegnati dall'associazione 'Marinoti' a familiari, sopravvissuti e Arma dei Carabinieri


"Premio Legalità", a Santa Teresa riconoscimenti per gli eroi antimafia e gli studenti

di Andrea Rifatto | 10/09/2022 | ATTUALITÀ

1014 Lettori unici

La consegna del Premio all'Arma dei Carabinieri

“La cultura rende liberi e non fa abbassare la testa”. Con questo messaggio sullo sfondo il giardino di Villa Crisafulli-Ragno, a Santa Teresa di Riva, ha ospitato la prima edizione del “Premio Legalità e… non solo”, promosso dall‘associazione culturale “I Marinoti” per fare memoria e ricordare le stagioni delle stragi di mafia e terrorismo. Una serata, condotta da Rosa Anna Salsa, incentrata sulla figura di quattro eroi, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Peppino Impastato e Carlo Alberto Dalla Chiesa. In apertura è stato consegnato dal sindaco metropolitano Federico Basile il Premio alla carriera giornalistica ad Emilio Pintaldi, giornalista di Rtp e Gazzetta del Sud, che ha presentato il suo ultimo libro “Catemoto De Luca II lo Zar di Fiumedinisi”. I Premi legalità sono poi andati a Maria Luisa Impastato (in videocollegamento) per la “Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato”; a Giuseppe Costanza, autista di Giovanni Falcone, che ha raccontato i suoi anni a fianco del magistrato; all’Arma dei Carabinieri per il generale Dalla Chiesa, con la consegna del Premio al capitano Giovani Riacà, comandante Compagnia Carabinieri di Taormina, accompagnato dal luogotenente Maurizio La Monica e dal maresciallo capo Giuseppe Impellizzeri, comandanti della Stazioni Santa Teresa e Graniti. “Ogni giorno cerchiamo di diffondere la cultura nella legalità nelle scuole” - ha evidenziato il capitano Riacà, che ha ricordato la figura del generale Dalla Chiesa quale “ufficiale dalla straordinaria intelligenza e con grandi capacità professionali e di relazioni umane, che ha attraversato un periodo particolare del nostro Paese nella lotta al terrorismo e alla mafia con una visione lungimirante e strategica”, sottolineando anche l’importante la presenza dell’Arma sul territorio per cogliere tutte le spie di allarme e disagio delle popolazioni.

Momento importante anche la premiazione dei lavori degli studenti dell’Istituto comprensivo che hanno partecipato al Progetto Legalità, accompagnati dalla dirigente scolastica Enza Interdonato: riconoscimenti consegnati da presidente e vicepresidente de “I Marinoti”, Giovanni Casablanca e Anna Rita Fittaiolo, ad Aurora Bonfiglio, Luca Spadaro, Giovanni Bongiorno, Michele Micalizzi, Daiana Andrea Sturiale, Valerio Di Bella e Sofia Ferraro. Tra gli interventi gli intermezzi teatrali e musicali di Pierpaolo Maimone, Carlo Barbera, Cettina Sciacca, Danilo Impellizzeri, Gianmarco Muscolino e dei musicisti diretti dal maestro Carmelo Garufi. A portare il saluto dell’Amministrazione comunale è intervenuta la vicesindaca Annalisa Miano.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.