Lunedì 17 Giugno 2024
Nominato un professionista che collaborerà grazie alle risorse stanziate dal Governo


Pnrr, bandi e progettazioni: a Roccalumera arriva un supporto esterno per il Comune

di Andrea Rifatto | 27/12/2022 | ATTUALITÀ

835 Lettori unici

Un supporto all'Ufficio tecnico per tre anni

Arriva una nuova figura all’Ufficio tecnico di Roccalumera. In questi giorni si è infatti conclusa la selezione pubblica per il conferimento di un incarico di collaborazione esterna ad alto contenuto di professionalità, grazie alle risorse assegnate dall’Agenzia per la Coesione per procedere alla nomina di un professionista per il profilo Tecnico. L’ente ha beneficiato di un contributo pari a 115mila 908 euro, che servirà a coprire i costi per un periodo di tre anni durante i quali il dipendente opererà in municipio come supporto nell’ambito delle attività di progettazione, individuazione e gestione dei bandi del Pnrr e attuazione degli interventi. Al termine della procedura è risultato vincitore l’architetto Antonio Tappa di Furci Siculo, che ha ottenuto 78 punti su 100, seguito da Giovanni Caminiti (69), Carmelo Casale (54), Massimo Inzerilli (53, non si è presentato al colloquio), Domenico Staiti (47), Mario Oliva (43, non si è presentato al colloquio) e Salvatore Rinà (15, non si è presentato al colloquio). 

Il sindaco Gaetano Argiroffi ha quindi firmato l’atto di conferimento dell’incarico all’architetto Tappa, che dovrà sottoscrivere il contratto di collaborazione con il Comune e riceverà un compenso di 190,32 euro per singola giornata di lavoro, per un massimo di 201 giornate annue e un importo massimo annuo di 38mila 064 euro. Per partecipare alla selezione era necessario dimostrare una conoscenza approfondita del Codice dei contratti pubblici, con specifica competenza nel settore progettazione, e una conoscenza specifica del Piano nazionale ripresa e resilienza e della programmazione regionale e nazionale. Tra i requisiti specifici richiesti vi erano il possesso della laurea in Ingegneria o Architettura, l’iscrizione all’ordine professionale degli ingegneri, architetti o geometri e un’esperienza lavorativa con datore di lavoro pubblico o privato. I partecipanti sono stati valutati in base ai titoli di studio e di servizio e successivamente hanno affrontato un colloquio orale, che ha determinato la graduatoria finale.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.