Lunedì 27 Maggio 2024
Il libro dell'ex parroco di Roccalumera sul sacerdote scomparso a soli 40 anni


Placido Irrera, primo parroco di Botteghelle: la sua storia raccontata da padre Caminiti

di Andrea Rifatto | 15/05/2024 | ATTUALITÀ

927 Lettori unici

Irrera morì il 12 maggio del 1955

La storia di padre Placido Irrera, primo parroco di Botteghelle, quartiere di Roccalumera in cui ricade la parrocchia Madonna del Carmelo. A raccontarla è don Santino Caminiti, ex parroco della Madonna della Catena, in un libro dedicato al sacerdote scomparso a soli 40 anni il 12 maggio del 1955, a cui è stata dedicata la santa messa di domenica sera nel 69esimo anniversario della morte. L’autore ne racconta la vita dalla nascita avvenuta a Buenos Aires (Argentina) il 29 giugno 1914 dai coniugi Adelaide Runci e Irrera Giovanni, il ritorno della sua famiglia a Genova e poi in Sicilia, a Messina, nel villaggio Pace, fino all’ingresso in seminario e alla sua ordinazione sacerdotale, con la nomina a parroco della Madonna del Carmelo di Botteghelle, eretta parrocchia autonoma nel 1943, avvenuta l’1 ottobre 1948. “Non dimenticare il passato e farne memoria alla comunità, queste frasi mi hanno spinto a raccontare la vita del sacerdote Placido Irrera - spiega padre Caminiti - e a consegnare ai miei concittadini di Roccalumera e non solo questo libro, affinché non vada dimenticata la memoria del suo primo parroco, fulgido esempio di sacerdote e di santità. Avevo 8 anni quando concluse la sua vita terrena e ricordo il pianto di un intero popolo alle sue esequie”. 

Nel testo, la cui prefazione è curata da don Vincenzo D’Arrigo, parroco di Alì Terme ed Alì, l’autore ricorda l’attenzione del parroco per i suoi parrocchiani e lo slancio e la tenacia con le quali si mise all’opera per far vivere la parrocchia con tante attività, sempre vicino ai bisognosi e ai lavoratori come i pescatori, tanto da formare un’associazione per aiutarli. "Un buon Pastore sullo stile di Gesù - lo definisce don Santino Caminiti - che nei suoi 18 anni svolse il ministero sacerdotale con eroica carità prediligendo i poveri e gli umili, spinto da una grande ricchezza spirituale e da un grande amore alla preghiera, oltre che da una generosità unica". il libro è stato dedicato all'arcivescovo di Messina, monsignor Giovanni Accolla, ai confratelli della diocesi e ai parrocchiani della Madonna del Carmelo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.