Giovedì 02 Aprile 2020
Traffico deviato in attesa che venga messo in sicurezza il costone roccioso


Piovono massi sulla carreggiata, chiusa la Sp 19 verso Savoca e Casalvecchio

di Andrea Rifatto | 25/11/2016 | ATTUALITÀ

3311 Lettori unici

Il tratto interessato dalla caduta di massi

La caduta di massi sulla carreggiata ha costretto la Città metropolitana di Messina a chiudere la Strada provinciale 19 che conduce a Savoca e Casalvecchio Siculo. Da questa mattina il traffico è interdetto a causa dei rischi esistenti all’altezza del km 2,300, dove già dalla notte del 22 novembre si sono distaccati parti di roccia precipitate poi sulla sede stradale. Dopo la caduta di un grosso blocco che ha ostruito l’intera carreggiata, la Città metropolitana, con ordinanza firmata dal dirigente della III Direzione-Viabilità, Vincenzo Gitto, ha inizialmente transennato una porzione di strada, istituendo il senso unico alternato con impianto semaforico, ma oggi ha deciso di vietare completamente il transito visti i pericoli che persistono per gli automobilisti, in attesa che intervengano i rocciatori per mettere in sicurezza il costone con i lavori di scoronamento, disgaggio e pulizia della parete, in modo tale da rimuovere il materiale ancora pericolante che giace sul versante. La Sp 19 rimarrà chiusa almeno fino a domani, visto che il peggioramento delle condizioni meteorologiche previsto per le prossime ore non consentirà ai rocciatori di operare in sicurezza. Per raggiungere Savoca e Casalvecchio o per arrivare sulla costa è necessario dunque utilizzare un percorso alternativo attraverso la Sp 23 di Misserio e successivamente la Sp 22 di Mancusa. Sul posto sono presenti gli addetti del Servizio Viabilità. 

Più informazioni: alluvione novembre 2016  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.