Sabato 24 Febbraio 2024
Sindaco costretto a chiudere un tratto di strada. Nei prossimi giorni primi lavori


Piovono calcinacci dal viadotto A18 a Furci, il Cas assicura interventi

di Redazione | 27/09/2018 | ATTUALITÀ

1785 Lettori unici

Il sopralluogo di oggi

Piovono ancora calcinacci a Furci dal viadotto autostradale dell’A18 Messina-Catania. Dopo la caduta di parti di calcestruzzo sulla strada di collegamento tra via Cesare Battisti e la strada per le frazioni, che nei mesi scorsi ha costretto il Comune ha sbarrare l’arteria, il sindaco Matteo Francilia, dopo un sopralluogo di Vigili urbani e tecnici comunali, si è visto costretto a firmare un’ordinanza che modifica la circolazione nel tratto iniziale di via Dei Cipressi per salvaguardare l’incolumità di automobilisti e pedoni. Il provvedimento istituisce il divieto di transito temporaneo veicolare e pedonale nel tratto a senso unico di marcia in direzione monte-mare sotto il viadotto, all’incrocio con via Cesare Battisti e il doppio senso in via Dei Cipressi nel tratto attualmente a senso unico con direzione di marcia mare-monte. Ciò in attesa degli interventi di messa in sicurezza da parte del Consorzio per le autostrade siciliane, con il ripristino e consolidamento delle parti interessate dal distacco di calcestruzzo copriferro. “C’è un problema di sicurezza evidente perché da viale Dei Cipressi si accede ai plessi scolastici e quindi è una strada molto trafficata – ha evidenziato il primo cittadino - chiediamo un intervento urgente da parte del Cas, la situazione è complicata perché questa è una strada di vitale importanza per la nostra comunità. Per tale ragione abbiamo diffidato il Cas ad intervenire immediatamente. Chiediamo l’esecuzione di lavori risolutivi e non tampone altrimenti il problema si ripresenterà col passare del tempo. È necessario mettere in sicurezza l’intero viadotto per evitare che episodi simili possano ripetersi”.

E oggi a Furci sono arrivati i tecnici del Consorzio per un sopralluogo. “Ci è stato detto che interverranno nei prossimi giorni per rimuovere il pericolo immediato – spiega Francilia – poi faranno un ulteriore intervento di messa in opera di una rete ed infine programmeranno un intervento risolutivo di manutenzione per l'intera tratta che sovrasta il nostro territorio. Noi nei prossimi giorni continueremo ad attenzionare questo problema finché non sarà risolto in maniera definitiv, la strada sottostante resterà chiusa fino a quando non sarà messo in sicurezza il viadotto”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.