Sabato 22 Giugno 2024
Sopralluogo del Coni per verificare gli interventi e apportare alcune migliorie


Palasport di Furci, lavori alle battute finali: presto sarà (ri)consegnato al comprensorio

di Andrea Rifatto | 19/09/2022 | ATTUALITÀ

650 Lettori unici

L'interno del palazzetto dello sport

Un ritardo di qualche mese, giustificato dal consegnare alla collettività un’opera che sarà fiore all’occhiello dell’impiantistica sportiva nel comprensorio jonico, capace di ospitare fino a 414 spettatori. Sono alle battute finali i lavori di riqualificazione, adeguamento e messa in sicurezza del palazzetto dello sport di Furci Siculo, avviati a luglio dello scorso anno grazie al finanziamento da 399mila 600 euro concesso dal Coni e al mutuo da 56mila 800 euro acceso dal Comune con il Credito sportivo. Nei giorni scorsi i funzionari del Coni-Sport e Salute hanno effettuato un nuovo sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento degli interventi ed è stato deciso di apportare alcune migliorie per rendere la struttura funzionale alle esigenze dei futuri fruitori. Alle verifiche erano presenti anche il sindaco Matteo Francilia, il consigliere con delega ai Lavori pubblici Giuseppe Lo Pò e larchitetto Vincenzo Rizzo, direttore dei lavori. L’obiettivo è completare gli ultimi interventi, tra ritocchi, pitturazione e pulizia, entro fine ottobre, per poi passare alle operazioni di collaudo strutturale e degli impianti già affidate all’ing. Natale Briguglio, prima dell’apertura ufficiale. 

Le opere sono state eseguite dall’impresa “Di Natale Domenico” di Sant’Alessio Siculo, per una spesa totale di 303mila 600 euro, e i tempi si sono allungati rispetto alla tabella di marcia, che prevedeva la chiusura del cantiere il 9 aprile, in quanto è stata necessaria una variante dopo il primo sopralluogo del Coni, nel corso del quale è emerso un maggiore stato di degrado della struttura sportiva rispetto alla data di stesura e presentazione del progetto originario, oltre alla necessità di adeguare le rampe di accesso per una migliore fruibilità dei diversamente abili. Ciò ha comportato una spesa aggiuntiva di 70mila 076 euro per i lavori, rientrata nell’importo complessivo dell’operazione. La palestra comunale era stata aperta nel 2007 ma poi chiusa nel 2009 per motivi di sicurezza, in quanto la struttura di copertura in legno lamellare manifestava problemi statici per l’indebolimento dovuto all’azione della pioggia. Gli interventi di rinforzo erano stati poi eseguiti e collaudati dal Comune, ma il tappeto da gioco non è mai stato calcato da alcun atleta. Adesso si spera entro pochi mesi di consegnarla finalmente al comprensorio, con una gestione che verrà affidata a società private.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.