Venerdì 22 Gennaio 2021
I deputati Musumeci, Formica e Ioppolo segnalano i pericoli che incombono sulla Ss 114


"Nuovo rischio frana a Capo Sant’Alessio": presentata un’interrogazione all’Ars

di Redazione | 10/05/2016 | ATTUALITÀ

1634 Lettori unici

La frana sulla Statale 114 a Capo Sant'Alessio

I deputati regionali del gruppo “Lista Musumeci verso Forza Italia”, Santi Formica (presidente), Nello Musumeci e Giovanni Ioppolo, hanno presentato oggi un’interrogazione a risposta scritta all’Assemblea regionale siciliana per avere notizie in merito al dissesto idrogeologico che interessa la Strada statale 114 al km 37,900, in località Capo Sant'Alessio. Il documento è stato indirizzato al presidente della Regione Rosario Crocetta e all’assessore delle Infrastrutture e della Mobilità Giovanni Pistorio, a cui i tre deputati chiedono “quali urgenti iniziative intendano adottare per scongiurare una eventuale frana sulla Ss 114 a Capo Sant'Alessio che, senza i necessari lavori di consolidamento, potrebbe causare la chiusura della stessa importante arteria viaria”. Nell’interrogazione, sollecitata dal consigliere comunale di maggioranza di Sant’Alessio e vicepresidente del Consiglio dell'Unione dei Comuni Rosario Trischitta, riferimento politico del gruppo parlamentare sul territorio, Formica, Musumeci e Ioppolo ricostruiscono la situazione di pericolo che si vive sull’importante arteria. “Da oltre cinque anni il tratto della Ss 114 che attraversa la località Capo Sant'Alessio è interessato da una frana che potrebbe causare, secondo il Genio Civile di Messina, una nuova interruzione dell'arteria viaria – scrivono – dividendo di fatto la riviera jonica in due parti, così come avvenne nell'aprile del 2011, quando il muro di contenimento crollò trascinando sulla carreggiata una massa impressionante di detriti. Secondo i tecnici dell'Anas intervenuti sul posto la frana ha avuto inizio nel 2011 dalla sovrastante Strada provinciale 16 ed è stata causata dal cedimento della massicciata generato dal convogliamento anomalo delle acque piovane: tale inconveniente, sommato alle infiltrazioni e le pesanti piogge del 2011 – proseguono i tre parlamentari regionali – avevano fatto gonfiare il costone che alla fine ha ceduto, finendo sulla sottostante SS 114. Preso atto che i responsabili dell'Ufficio tecnico della ex Provincia di Messina hanno dichiarato l'indisponibilità dell'ente a potere effettuare qualsivoglia intervento straordinario sulla Sp16 a causa della assoluta mancanza di fondi sufficienti e considerato che un’ ennesima chiusura al traffico della Ss114 avrebbe gravissime ripercussioni sia dal punto di vista della Protezione civile, venendo a mancare una delle fondamentali vie di fuga per tutti i centri rivieraschi interessati, che da quello economico, visto l'approssimarsi della stagione estiva”, i tre esponenti del gruppo “Lista Musumeci verso Forza Italia” chiedono dunque che il Governo regionale tratti con urgenza la questione dando risposte a quanto esposto.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.