Mercoledì 24 Luglio 2024
Dopo il parere non favorevole della Cts ipotizzate le tempistiche per aggiornare gli studi


No al ripascimento della spiaggia di Sant'Alessio, Rfi chiede tempo alla Regione

di Andrea Rifatto | 22/02/2024 | ATTUALITÀ

960 Lettori unici

Nei prossimi mesi previsti nuovi studi

Rete Ferroviaria Italiana e Amministrazione comunale si sono subito attivate dopo il parere non favorevole espresso dalla Commissione Tecnica-Specialistica della Regione al rilascio dell’autorizzazione per il ripascimento della spiaggia di Sant’Alessio Siculo, con l’utilizzo di 460.000 metri cubi di materiale derivante dallo scavo della galleria Taormina nell’ambito delle opere di raddoppio ferroviario. Il referente del progetto del doppio binario, l’ingegnere Maurizio Infantino, ha scritto all’Assessorato regionale Territorio e Ambiente chiedendo “di voler considerare una sospensione dei termini della procedura autorizzativa”, allo scopo di “agevolare la finalizzazione dell’iter immediatamente a valle della ricezione degli esiti degli studi”. Nella nota, trasmessa per conoscenza a Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Ministero della Cultura, Osservatorio Ambientale della tratta Giampilieri-Fiumefreddo, Nucleo di coordinamento della Cts, Commissario Straordinario Filippo Palazzo, Comune di Sant’Alessio Siculo, Città metropolitana di Messina e Italferr Spa, l’ingegnere Infantino fa presente che “le carenze rilevate sono riconducibili principalmente a studi specialistici, indagini e modellazioni, già previsti nel progetto esecutivo esaminato dalla Commissione, la cui esecuzione era programmata ad ultimazione dei lavori attualmente in corso” sul litorale alessese, ossia le opere di salvaguardia della costa-terzo lotto funzionale-secondo stralcio di completamento. Rfi, dopo l’interlocuzione con il Comune, ha fatto presente al Dipartimento dell’Ambiente-Servizio 1 Autorizzazioni e Valutazioni ambientali, che l’ultimazione di tali lavori, inizialmente prevista per marzo 2023, risulta attualmente stimata per aprile 2024 e dunque ha ipotizzato le tempistiche per le attività di campo-analitiche da svolgere al fine dell’aggiornamento degli studi specialistici richiesti dalla Cts. 

Per maggio-giugno è prevista l’esecuzione di rilievi, campionamenti, studi ed indagini (rilievi topo-batimetrici, studi idraulico marittimi, indagini sedimentologiche e granulometriche, indagini biologiche, video ispezioni subacquee, mappatura delle biocenosi, campionamento delle biocenosi e indagini biologiche e ambientali, caratterizzazione chimico-fisica dell’acqua), a luglio l’elaborazione dei dati acquisiti e a settembre l’aggiornamento degli elaborati progettuali. “Sarà nostra cura attivare delle nuove interlocuzioni con le amministrazioni competenti sul territorio - sottolinea l’ingegnere Maurizio Infantino - per valutare la possibilità di avviare le suddette attività nelle more del completamento dei lavori attualmente in corso sul litorale di Sant’Alessio Siculo”. Rete Ferroviaria Italiana ha ricordato alla Regione l’esigenza sia di assicurare il rispetto dell’attuazione programmatica delle tempistiche dell’appalto del raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo, ricompreso nell’ambito degli interventi di rilevante impatto nazionale, sia l'opportunità di reimpiegare le terre prodotte dai lavori ferroviari quali risorse pregiate per la riqualifica dei territori attraversati. Si confida dunque che i termini possano essere sospesi e non si arrivi ad un parere finale non favorevole della Cts, che significherebbe addio ripascimento per il litorale alessese. Sull’intervento dovranno esprimersi anche il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica sui cinque pennelli trasversali alla linea di riva e le cinque aree filtro, con la verifica dell’ottemperanza alle prescrizioni impartite nel decreto del 2020 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con il quale è stato espresso giudizio positivo di compatibilità ambientale, oltre alla Commissione regionale consultiva per la Pesca e la Capitaneria di Porto di Messina con i pareri di competenza.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.