Sabato 22 Giugno 2024
La volontà di far giungere responsabili a scavalco fa discutere anche in municipio


Nizza, dirigenti esterni e conti che non quadrano: "Uffici ignari delle scelte politiche”

di Andrea Rifatto | 24/09/2023 | ATTUALITÀ

917 Lettori unici

Probabile l'istituzione della nuova Area Vigilanza

Non sono solo i sindacati a mostrare perplessità davanti alla volontà dell’Amministrazione comunale di Nizza di Sicilia di far giungere in municipio nuovi responsabili di aree a scavalco da altri Comuni. Una scelta politica che qualora attuata comporterebbe anche un aumento dei costi per il pagamento delle indennità (e ricadute sul bilancio dell’ente) che da quanto emerge non è stata prima discussa con i responsabili dei settori comunali. In una nota inviata a sindaco, assessori e segretario comunale, il responsabile dell’Area Economico-Finanziaria, Teodoro Santisi, dopo aver evidenziato la necessità di una variazione di bilancio per impinguare alcuni capitoli di spesa relativi al personale e garantire il pagamento degli emolumenti di dicembre 2023 e della tredicesima mensilità, considerato anche che da marzo è stata disposta l'integrazione oraria (di 6 o 12 ore settimanali) per numerosi impiegati con conseguente notevole aumento della spesa preventivata in bilancio per garantire il solo pagamento degli stipendi, scrive come “l'Amministrazione, nell'anno corrente, si è pure avvalsa della prestazione personale a scavalco, per garantire la funzionalità di alcuni servizi (Ufficio Tributi e Ufficio Tecnico) e ha manifestato l'intenzione di dotarsi di altro personale a scavalco nella persona del comandante della Polizia municipale di Taormina, con conseguente modifica dell'organigramma per realizzare l'Area di Vigilanza. Pur riconoscendo l'importanza dell'Amministrazione di dotarsi particolari figure professionali che devono garantire la funzionalità dei servizi comunali - evidenzia Santisi - ciò deve conciliare con i problemi di bilancio del Comune, soprattutto a pochi mesi dalla fine dell’anno. Nel rispetto delle prescrizioni che il revisore dei conti ha posto sul bilancio di previsione 2023-2025, evidenziando la necessità di non incorrere in ulteriori spese correnti, il compito dell'Ufficio da me gestito è quello di garantire gli equilibri di bilancio”. Il responsabile ha quindi chiesto un incontro con l'Amministrazione e il segretario comunale per illustrare la situazione contabile del Comune ed avere indicazioni in merito, “facendo presente, sin da ora, che gli aumenti di spesa potranno essere compensati solo con altri tagli di spesa”.

Per garantire il pagamento degli stipendi di dicembre, la tredicesima mensilità e l'utilizzo di personale a scavalco (comandante della Polizia locale) fino al 31 dicembre, l’importo da integrare sarebbe di 37mila 669 euro per gli stipendi e 4mila 500 euro per il personale a scavalco, per un totale di 42mila 669 euro. “Non sono quantificate le somme per una eventuale ricontrattualizzazione (necessaria) di tutto o di parte del personale dipendente, per la quale si rimane in attesa di conoscere quali iniziative intende intraprendere l’Amministrazione” - ha specificato Santisi nella nota, aggiungendo poi un’ultima considerazione sul personale a scavalco di cui si è dotato il Comune e di altro personale che si vuole fare giungere: “Fermo restando che l'Amministrazione, nella sua piena autonomia e discrezionalità, può richiedere i nulla osta ad altri Comuni per l'utilizzo di personale comunale, ho appreso (‘per sentito dire’) che sono stati richiesti da tempo i nulla osta per l'utilizzo di una unità nell'Ufficio di Polizia Municipale e di una unità per l'Area Amministrativa. Queste richieste non sono mai state portate a conoscenza ufficialmente del Servizio Finanziario e dell'Ufficio Personale. Mi auguro per il futuro che, per tali iniziative, sia informato ufficialmente il Servizio Economico-Finanziario, in modo tale da predisporre, per tempo, le pratiche giuridiche e contabili necessarie”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.