Sabato 13 Luglio 2024
L'arrivo delle risorse era stato messo a rischio dal taglio dei fondi Pac


Nizza di Sicilia. Salvo il finanziamento per l'asilo nido

di Gianluca Santisi | 31/10/2015 | ATTUALITÀ

2117 Lettori unici

Lavori in corso nell'asilo nido di via Villafranca

Sospiro di sollievo per gli amministratori comunali di Nizza di Sicilia. È salvo il finanziamento regionale per la ristrutturazione e l'ampliamento dell'asilo nido di via Villafranca. Il progetto presentato dal Comune, per un importo complessivo di quasi seicentomila euro, lo scorso anno era stato inserito nell'elenco degli ammessi a finanziamento dal Dipartimento regionale della Famiglia e delle Politiche sociali. La rimodulazione dei fondi Pac a disposizione (da 10 a 7 milioni di euro) ha però costretto la Regione a rivedere l'elenco e su ventitre progetti inizialmente ammessi in tutta la Sicilia ben sette ne hanno fatto le spese, perdendo la necessaria copertura finanziaria. Il nuovo decreto è stato firmato lo scoro 26 ottobre dal dirigente del servizio Antonio Arrigo. Nizza potrà così beneficiare di un finanziamento pari a 521.432,90 euro, stanziati per lavori e forniture. Per coprire il costo complessivo del progetto, che ammonta a 569.432,90 euro, di cui 309.125,66 per lavori e oneri di sicurezza e 260.307,24 euro per somme a disposizione, l’Amministrazione comunale parteciperà con un cofinanziamento di 48mila euro, già assunto a carico dell’ente con delibera di Giunta del 28 agosto dello scorso anno. L'iter procedure è durato oltre cinque anni. Il progetto esecutivo, redatto dall'ingegnere Gaetano Cilla di S. Teresa di Riva, era stato approvato dalla Giunta nel giugno del 2010. Ma il programma di finanziamento era stato temporaneamente sospeso in attesa di verifiche finanziarie sui fondi Fas 2007/2013, rese necessarie dai tagli apportati al fondo da parte dello Stato. La situazione si è sbloccata alla fine del 2012, quando la Regione ha comunicato l'individuazione della copertura finanziaria, invitando i comuni ad adeguare il progetto esecutivo alla nuova normativa sul lavori pubblici. Con la pubblicazione della graduatoria, a metà 2014, tutto sembrava finalmente essersi risolto ma un ulteriore taglio ai fondi disponibili ha costretto gli uffici regionale ad una nuova rimodulazione.

Adesso l'iter sembra essere giunto a compimento. Gli interventi di ampliamento dell'edificio di via Villafranca sono stati consegnati l’8 ottobre alla ditta Antium Costruzioni di Milazzo, che il 23 luglio scorso si è aggiudicata in via definitiva l’appalto con un ribasso del 37,2166%. Il progetto prevede l’ampliamento della sala adibita a zona divezzi, così da avere un locale più ampio e confortevole, l’ammodernamento dell’impianto elettrico, la predisposizione dell’impianto antincendio, la sostituzione degli infissi esterni, la revisione del manto di copertura in tegole, il rifacimento della terrazza, dei servizi igienici e degli intonaci interni ed esterni, il risanamento delle strutture in calcestruzzo armato. Al termine degli interventi il numero massimo di bambini ospitabili arriverà sino a 60 unità, rispetto ai 45 attuali.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.