Giovedì 25 Luglio 2024
Aperto a Furci grazie alla collaborazione tra "Al tuo fianco" e Centro per l'impiego


Nasce lo Sportello Donna: un aiuto per l'inserimento lavorativo delle vittime di violenza

di Andrea Rifatto | 27/01/2024 | ATTUALITÀ

827 Lettori unici

Rappresentanti dell'associazione e del Centro Impiego

Costruire interventi individualizzati per accompagnare le donne vittime di violenza nella costruzione e nel rafforzamento delle competenze e per raggiungere l’indipendenza, a partire da quella economica, attraverso formazione e inserimento lavorativo. È l’obiettivo dello Sportello Donna creato al Centro diurno di Furci Siculo, grazie alla collaborazione tra il Centro per l’Impiego di Santa Teresa di Riva e l’associazione “Al Tuo Fianco”, che gestisce un centro antiviolenza nella struttura furcese. Il nuovo presidio è stato inaugurato per mettere a punto proposte formative adeguate alle esigenze di aggiornamento e riqualificazione delle donne disoccupate o inoccupate, desiderose di investire nel proprio futuro professionale, sulla scia dello Sportello Donna istituito nel 2019 al Centro per l’Impiego di Messina e nell’ambito del protocollo d’intesa prefettizio interistituzionale per la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere. Al taglio del nastro erano presenti Agata Di Blasi, funzionaria del Centro per l’Impiego santateresino, che guiderà le attività dello Sportello assicurando un supporto solido e mirato alle donne in cerca di nuove opportunità professionali e Cettina La Torre, presidente di “Al Tuo Fianco”, oltre a dipendenti dell’ente e operatrici del centro antiviolenza, che ha individuato le donne vittime di violenza che potranno beneficiare di interventi individualizzati. 

"Con l’avvio dello Sportello Donna si inaugura una buona pratica a sostegno della condizione femminile attraverso una linea di intervento concreta e operativa - affermano Di Blasi e La Torre - abbiamo formalizzato la presa in carico di alcune donne dopo un’attenta profilazione che ci ha consentito di intercettare i bisogni delle utenti, in termini di richiesta di assistenza e accompagnamento nella ricerca di lavoro, nonché percorsi di formazione e riqualificazione delle competenze”. La mission principale della collaborazione è favorire l’incrocio tra la domanda e l’offerta di lavoro: “Gli incontri avranno come finalità prioritaria quella di fornire informazioni sulle opportunità lavorative del territorio, sui servizi disponibili per l’accesso al lavoro e alla formazione professionale, sugli incentivi all’occupazione e sussidi alla disoccupazione, consulenza all’autoimpiego ed alla nuova imprenditorialità”. Il sostegno all'inserimento lavorativo delle donne è infatti un elemento decisivo nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza e costituisce un preciso impegno per il futuro, nella convinzione che la collaborazione tra il Centro antiviolenza e il Centro per l'Impiego possa portare un significativo e doveroso contributo alle azioni di sostegno dedicate alle donne vittime di violenza.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.