Sabato 30 Maggio 2020
Accordo Comune-impresa: le cassette per i contatori dovranno essere incassate


Metano, collegamenti anche a S. Teresa: allaccio gratuito per le prime 3.403 richieste

di Redazione | 12/10/2016 | ATTUALITÀ

2349 Lettori unici | Commenti 4

L'incontro in municipio

Anche a S. Teresa di Riva si possono presentare le istanze per gli allacci alla rete del gas metano. Il dietrofront rispetto a quanto annunciato nei giorni scorsi dal sindaco Cateno De Luca è arrivato nel corso di un incontro tenutosi lunedì in municipio tra l’Amministrazione comunale, rappresentata da De Luca, dal suo vice Danilo Lo Giudice e dagli assessori Annalisa Miano e Giovanni Bonfiglio, e il concessionario che sta realizzando i lavori di metanizzazione in 15 comuni del comprensorio jonico, la Fin. Consorzio di Roma, presente con il geom. Santo Milazzo. Dopo la discussione, al quale hanno preso parte anche i tecnici comunali Francesco Pagano, direttore dell’Area Pianificazione e Gestione del Territorio e rup dei lavori, e Onofrio Crisafulli, oggi è stato pubblicato l’apposito avviso. Gli utenti residenti nella cittadina jonica possono presentare le istanze per gli allacci: le prime 3.403 richieste che perverranno all’Ufficio Protocollo avranno diritto all’esecuzione gratuita dei lavori, che consistono nella posa della tubazione fino al contatore del gas, mentre superata tale soglia l’intervento sarà a carico dell’utente, che potrà decidere se accettare o meno il preventivo proposto dal concessionario. Le domande vanno comunque presentate entro il 2 novembre.

La novità rispetto agli altri comuni interessati dall’opera è che l’Amministrazione santateresina ha espressamente chiesto alla ditta che tutte le cassette per l’alloggio dei contatori vengano incassate nei muri perimetrali degli edifici, fermo restando che dovranno essere accessibili dall’esterno, ispezionabili con facilità e allocate in zone arieggiate, ad un’altezza massima di 1,80 metri da terra. Ciò per evitare di creare ingombro su strade e marciapiedi, con conseguenti rischi per i pedoni, e anche per ragioni di natura estetica. Eventuali deroghe potranno essere concordate con la Fin.Consorzio in presenza di concrete motivazioni, considerato che ad esempio nel caso di condomini o di edifici con particolare conformazione non sarà sempre possibile incassare il contatore. Entro e non oltre il 3 dicembre gli utenti interessati dovranno comunque predisporre a proprie spese la nicchia per l’alloggio della cassetta: chi non ottempererà a questa prescrizione perderà il diritto al beneficio dell’allaccio e si procederà allo scorrimento della graduatoria.

Il sindaco Cateno De Luca ha inoltre il ripristino del manto stradale sulle arterie interessate dagli scavi al massimo entro il mese di febbraio, termine che la Fin.Consorzio, pur impegnandosi verso tale obiettivo, alla stato attuale non ha potuto garantire di poter rispettare. Proprio questo aspetto aveva portato nei giorni il sindaco a rinviare l’avvio dell’iter per gli allacci: “Non pubblicheremo l’avviso fin quando l'impresa non ci definirà il piano di sistemazione di tutte le strade urbane ed extraurbane interessate dai lavori del metano e soprattutto non completerà la realizzazione della rete: ciò sarà fatto dopo il completamento delle opere e cioè non prima di marzo 2017” – aveva dichiarato De Luca. Lunedì, invece, la situazione si è sbloccata. Il prossimo incontro tra Amministrazione e impresa è stato fissato per lunedì 17 ottobre.

Scarica il modulo per la richiesta di allaccio


COMMENTI

latina paolo | il 11/10/2016 alle 12:23:53

potete infornare i cittadini per fare le domande di allaccio gratuite come bisogna comportarsi?Grazie

Sikily News | il 12/10/2016 alle 10:11:54

Nell'articolo sono spiegate le modalità ed è allegato il modulo per presentare la richiesta.

Giuseppe Garufi | il 13/10/2016 alle 12:12:39

A proposito delle strade da ripristinare, a mio parere MOLTO INSICURE per pedoni e motocicli, in molti tratti (vedi Via Savoca...) il dislivello supera i cinque centimetri! Sarebbe interessante leggere la convenzione tra il concessionario (l'impresa esecutrice) e i Comuni cosa dice al riguardo. E poi, chi si assume la responsabilità di eventuali incidenti?

Massimo | il 13/10/2016 alle 15:11:55

Finalmente anche il Sindaco De Luca dal Dire al Fare , sempre incoerente con i suoi giudizi iniziali , se può chiarire ai suoi concittadini il cambio di GIUDIZIO è stato il grande promotore di questa opera inutile ?? dove avremo solo e sempre buchi sia nei bilanci e nelle strade !!! , che ancora oggi malgrado qualche giornalista miope o cieco non riesce a fare un degno articolo di cronaca , tranne essere al servizio BLA BLA BLA . Bravo Sindaco De Luca ogni commento articolo e importante per fare pubblicità , ma sarebbe importante anche la tutela dei cittadini !! ( che non abbiano bisogno delle chiacchiere ma essere uomini controllare e magari tutelarsi!!!!)

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.