Venerdì 26 Febbraio 2021
Disagi per studenti e famiglie con ripercuotono anche sulle attività lavorative


Mazzeo, proteste dei genitori per gli orari della Primaria: "La scuola ci venga incontro"

di Redazione | 02/10/2020 | ATTUALITÀ

792 Lettori unici

Il plesso scolastico di Mazzeo

Proteste anche a Mazzeo sugli orari di entrata e uscita degli studenti che frequentano la scuola primaria, appartenente all’Istituto comprensivo 1 di Taormina. A sollevarle sono i genitori, che chiedono un confronto con i vertici dell’istituzione scolastica per arrivare ad una soluzione che venga incontro a tutte le esigenze. “Abbiano posto all’attenzione della dirigenza scolastica del Comprensivo 1 di Taormina la problematica riguardante gli orari di ingresso dei bambini della scuola di Mazzeo, che prevede l’ingresso dei bambini alle 9 e l’uscita alle 14 - scrivono in una nota le famiglie - ci sono genitori, infatti, che stando alle attuali disposizioni rischiano il posto di lavoro e sono perciò costretti ad arrivare sul luogo di lavoro ben oltre le ore 9. Per questo abbiamo sollecitato, avendo ricevuto sinora risposta negativa, un colloquio con la dirigente al fine di discutere l’opportunità di una rimodulazione dell’attuale orario di ingresso, che penalizza soprattutto i più piccoli di prima e seconda elementare, costretti ogni giorno a pranzare ben oltre le ore 14, perché entrando più tardi, anche l’uscita è stata posticipata”. I genitori chiedono che venga tenuta in conto la loro condizione, i disagi connessi e i relativi obblighi di coloro che lavorano e nonostante la crisi economica che opprime il territorio, cercano di tenersi il posto di lavoro a denti stretti, ricordando come nelle linee guida del Ministero si evince che nelle scuole si possa modificare l’orario in base alle esigenze dei plessi, e che l’ora di 60 minuti possa passare a 45. 

“Ad una e-mail di protesta, la dirigente ha risposto che pur comprendendo le oggettive difficoltà delle famiglie, chiede la massima comprensione e collaborazione in questo momento particolarmente difficile - prosegue la nota - anche noi genitori ci aspettavamo maggiore comprensione e collaborazione, avendo richiesto di anticipare alle 8:30 l’ingresso della classe seconda (11 alunni), insieme alle classe terza, quarta e quinta. Si parla in totale di 58 alunni. Ci chiediamo: perché in altri plessi possono entrare 100 bambini allo stesso orario, a Mazzeo la metà no? Di quale assembramento stiamo parlando? Chiediamo che in alternativa si possa utilizzare, per interloquire su questa o altre eventuali problematiche, la piattaforma per le video conferenze, per ascoltare la voce di chi ha il diritto ed estrema necessità di essere ascoltato - concludono i genitori degli studenti di Mazzeo - e rammaricati dai fatti di questi giorni, rinnoviamo la richiesta di un confronto con la dirigente e ci riserviamo di porre in essere qualsiasi opportuna iniziativa per la loro tutela e per quella dei nostri bambini”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.