Giovedì 18 Aprile 2024
Disagi per allagamenti e detriti riversati sulla strada. Danni ad alcune autovetture


Mareggiata, furia delle onde sulla costa: lungomari chiusi a S. Alessio e Letojanni - FOTO

di Redazione | 27/11/2022 | ATTUALITÀ

3067 Lettori unici

A Santa Teresa colpite anche alcune autovetture

L’ondata di maltempo sulla zona jonica si sta manifestando soprattutto con una intensa mareggiata che sta sferzando tutta la costa, a causa del mare molto agitato e dei venti di grecale e levante, in particolare tra i comuni di Letojanni e Roccalumera. Le onde hanno raggiunto i lungomari provocando danni non ingenti alle infrastrutture e disagi alla circolazione stradale e le amministrazioni comunali si sono mobilitate per monitorare la situazione con il personale della Polizia locale, degli Uffici tecnici e della Protezione civile. A Letojanni le onde hanno raggiunto il lungomare provocando allagamenti in più punti e il Comune ha invitato i proprietari a rimuovere tutte le autovetture in sosta e poi chiuso la litoranea all'altezza di via Bellini fino all'estremità nord, a causa della presenza di detriti e rifiuti trascinati dalle onde. Una parte della zona centrale del paese è raggiungibile solo a piedi, visto che l'ingresso lato Catania è sbarrato per la presenza del cantiere di rimozione del passaggio a livello. Strada chiusa anche a Sant’Alessio Siculo, dove alle 10.30 è stato deciso di interdire a scopo precauzionale il lungomare nel tratto tra le vie Salice e Sciascia, a causa della presenza di allagamenti e detriti nella zona centrale: sul posto il sindaco Domenico Aliberti con la giunta e il comandante della Polizia locale. A Santa Teresa di Riva la mareggiata ha colpito un’ampio tratto zona tra la via Torrente Portosalvo e la via Del Carmine: le onde hanno raggiunto la sede stradale soprattutto nella zona di via Del Gambero, all’altezza di piazza Municipio e nel quartiere Sacra Famiglia, riversando discrete quantità di sabbia sull’asfalto. Danneggiate alcune autovetture in transito e in sosta, tra le quali quella di un cittadino che si trovava sotto il municipio per scattare alcune fotografie alle onde impetuose che si stagliavano sulla litoranea, scagliata sul marciapiede dove ha abbattuto un palo della segnaletica. Fortunatamente nessuna conseguenza fisica per gli automobilisti. Danni anche alle cancellate che delimitano gli accessi alla spiaggia, in diversi casi divelte dalle furia del mare. L'acqua ha raggiunto anche l'ingresso della postazione del 118. 

A Furci Siculo primo test con risultati positivi per il nuovo lungomare: la conformazione a sbalzo ha infatti frenato notevolmente l’intensità delle onde e il mare ha raggiunto la strada solo in corrispondenza di alcuni varchi di accesso, allagando pochi tratti e riversando sulla strada ghiaia e detriti dalle aiuole del marciapiede. A monitorare la situazione il sindaco Matteo Francilia e il consigliere Salvatore Pino armati di pala per rimuovere gli ostacoli maggiori dalla sede stradale. Lievi danni ma disagi anche a Roccalumera, dove la zona sud e quella centrale del lungomare sono state colpite in maniera più intensa dalle mareggiata, con allagamenti e detriti. Il Comune sta monitorando la situazione con il sindaco Gaetano Argiroffi e gli assessori, i tecnici e la Polizia locale e la circolazione in direzione Catania è stata deviata sulla Statale 114, anche per consentire l’intervento dei mezzi meccanici che hanno già avviato le operazioni di rimozione della sabbia.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.