Venerdì 23 Febbraio 2024
Modifiche al servizio disposte dall'Amministrazione. Replica dell'ex sindaco


Mandanici, scuolabus comunale a pieno regime per gli studenti della Media

di Andrea Rifatto | 06/06/2019 | ATTUALITÀ

1459 Lettori unici

Lo scuolabus comunale di Mandanici

Tra i primi provvedimenti della nuova Amministrazione di Mandanici guidata dal sindaco Giuseppe Briguglio, insediatasi da poco più di un mese, vi è il ripristino del servizio di trasporto scolastico con il mezzo comunale per gli studenti che frequentano la scuola secondaria di primo grado a Roccalumera, la più vicina per quanti vivono nel borgo montano. Da pochi giorni, infatti, i circa 15 alunni mandanicesi che ogni giorno si spostano per seguire le lezioni possono usufruire del pulmino comunale sia all’andata che al ritorno. “Così come prevede la legge, che obbliga a garantire il trasporto scolastico gratuito fino ai 14 anni, abbiamo deciso di offrire questo servizio sia all’orario di entrata che all’uscita da scuola – spiega il vicesindaco Sebastiano Ravidà – mentre fino al mese scorso il mezzo comunale accompagnava gli studenti solo all’andata e al ritorno dovevano attendere il passaggio del mezzo della Interbus, che però transitava a Roccalumera dopo circa 45 minuti dal termine delle lezioni e dunque i genitori preferivano recarsi a scuola per prelevare i propri figli. La precedente amministrazione – prosegue Ravidà – pagava per gli studenti che frequentano la scuola media un abbonamento mensile ma di fatto era “a perdere”, in quanto all’andata non veniva mai usato e al ritorno in rari casi”. Fino a maggio, infatti, il Comune ha versato mensilmente alla Interbus circa 1.100 euro per gli alunni pendolari della scuola secondaria di primo e secondo grado. “Adesso è stato ripristinato questo servizio, come chiesto già in passato al Comune dalle famiglie, fortemente voluto da me e dall'assessore ai Trasporti Giovanni Ciatto, per le ultime settimane di lezioni ed esteso anche ai ragazzi che abitano nelle zone di campagna – conclude Ravidà – perché per noi i più piccoli sono una priorità. A settembre si riprenderà naturalmente con queste modalità”.

L’ex sindaco Armando Carpo ha replicato sull’argomento rivendicando di aver istituito lui il servizio scuolabus comunale per la scuola media dopo essersi insediato, consentendo agli studenti di non dover aspettare più mezz’ora al mattino e un’ora e un quarto all’uscita in attesa del passaggio del pullman dell’autolinea privata e di aver poi trovato un accordo con la Interbus per un’altra corsa pomeridiana quando l’orario scolastico si è prolungato fino al pomeriggio. Secondo Carpo un solo autista e un solo mezzo non sono sufficienti a coprire tutte le esigenze tra le scuole di Mandanici e quelle di Roccalumera, visti gli orari ravvicinati delle uscite e le varie attività extrascolastiche svolte, dunque vi era la necessità di servirsi anche dell’Interbus per la scuola Media, con la corsa delle 14 per gli studenti che escono all’13.30 e quella delle 16 per la seconda uscita, mentre quelli che terminavano le lezioni alle 17 avevano il mezzo comunale garantito per il rientro a Mandanici. L’ex sindaco ha inoltre aggiunto come a suo parere non si pagavano abbonamenti a vuoto (circa 300 euro mensili per la scuola media) in quanto è capitato che avendo un solo autista, spesso per problemi vari il mezzo non partiva all’andata e dunque vi era la garanzia di avere anche la corsa Interbus, rimarcando come con un solo dipendente addetto al servizio di trasporto scolastico non sia possibile coprire tutte le esigenze nell’arco della giornata dalle 7 alle 17.30.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.