Venerdì 23 Febbraio 2024
Si aggravano i danni dopo i temporali: costoni ancora a rischio e strade chiuse


Maltempo: frane nel centro storico di Savoca, sgomberata una palazzina a Letojanni

di Redazione | 17/11/2021 | ATTUALITÀ

1733 Lettori unici

La frane nel centro di Savoca

Si contano ancora i danni e si lavora per ripristinare le condizioni minime di sicurezza dopo il maltempo che scorsa settimana ha colpito la zona jonica. A Savoca si sono verificate diverse frane nel centro storico, dai costoni che sovrastano le strade del borgo, e il più colpito è stato il quartiere Pentefur nel tratto sottostante l’omonimo castello. Dalla parete rocciosa è infatti avvenuto il distacco e lo scivolamento di consistenti massi, pietre e parti di terreno in quantità tale da ostruire l’intera carreggiata. Il Comune ha fatto intervenire in somma urgenza una ditta per sgomberare parte della frana e permettere il passaggio dei mezzi di soccorso e i danni sono stati poi segnalati alla Protezione civile regionale. Due giorni fa è stato quindi eseguito un sopralluogo congiunto alla presenza del sindaco Massimo Stracuzzi e del responsabile dell’Area Tecnica Nino Santoro, con gli ingegneri Bruno Manfrè e Rosario Oliva della Protezione Civile. Nel quartiere Pentefur vi è però il rischio di altri cedimenti di terreno e pertanto il Comune ha ritenuto necessario impedire il transito nel tratto della strada comunale interessata dalla frana in, quanto non è possibile garantire le adeguate condizioni di sicurezza, con un’ordinanza firmata dal primo cittadino con la quale è stata chiusa la strada comunale Pentefur.

A Letojanni la furia dell’acqua piovana ha causato il crollo nei giorni scorsi di una parte del costone in contrada Papale e sulla strada a monte della lottizzazione “Il Borgo” si è riversata una frana che ha ostruito l’intera carreggiata e ha divelto il muro di contenimento posto al margine dell’arteria, riversandovi una ingente quantità di terra mista a pietre, lambendo la palazzina “C” della lottizzazione. Da un primo sopralluogo effettuato dall’Ufficio Tecnico comunale, congiuntamente agli agenti della Polizia Municipale, è emerso come lo smottamento del costone appare ancora in movimento e dal medesimo sopralluogo si sono evidenziate anche alcune lesioni sulla sede stradale. Dunque si è riscontrata una condizione di pericolo imminente per le unità immobiliari della palazzina “C”, che essendo immediatamente limitrofe alla zona in frana, non offrono garanzie di sicurezza, per cui le stesse non possono essere abitate, e considerato che il perdurare e l’aggravamento della situazione può arrecare grave nocumento all’incolumità pubblica e privata, il sindaco Alessandro Costa ha emanato un’ordinanza di sgombero immediato degli immobili ricadenti nella palazzina “C” della lottizzazione “Il Borgo”, realizzata dalla ditta “Alba Costruzioni”, ingiungendo alla stessa di provvedere all’immediata messa in sicurezza dell’intera area interessata dalla frana e all’amministratore della palazzina “C” di provvedere all’immediata notifica dello sgombero ai proprietari degli immobili. La situazione si è aggravata ulteriormente dopo l'ondata di maltempo di oggi. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.