Sabato 22 Giugno 2024
Finanziamenti dal Governo con il Pnrr per consentire le visite anche ai diversamente abili


Luoghi della cultura più accessibili: fondi per Letojanni, Savoca e Parco Naxos-Taormina

di Andrea Rifatto | 26/12/2022 | ATTUALITÀ

756 Lettori unici

Il Museo comunale di Savoca

Gli obiettivi sono ambiziosi e la possibilità di raggiungerli è stata ottenuta da tre istituzioni pubbliche. Arrivano quasi 1,4 milioni di euro nel comprensorio grazie all’avviso pubblico del Ministero della Cultura per la presentazione di proposte progettuali di intervento per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali nei musei e nei luoghi della cultura pubblici. A disposizione vi erano 103 milioni 214mila 700 euro della Misura 1 “Patrimonio culturale per la prossima generazione” del Pnrr e la graduatoria finale della fascia B (tetto massimo finanziabile di 500mila euro) ha premiato 254 progetti. Nella zona jonica ottengono le risorse il Comune di Letojanni (32esimo posto) per il Palazzo della Cultura-Museo “Francesco Durante”, progetto finanziato con 499mila 966 euro (71,10 punti); all’81esimo posto il Parco archeologico Naxos-Taormina che riceve 499mila 541 euro (67,35 punti) per rendere sempre più fruibili il museo e il sito archeologico di Naxos, mentre il Comune di Savoca si è piazzato 104esimo per un intervento che riguarderà il Museo etnoantropologico “Città di Savoca” finanziato con 391mila 376 euro. Non finanziato per carenza di risorse un progetto di fascia A del Parco archeologico da 2 milioni 451mila 846 euro per il Teatro Antico di Taormina. 

I fondi saranno utilizzati per opere materiali e azioni immateriali finalizzate a generare un tangibile miglioramento delle condizioni di accessibilità fisica, sensoriale e cognitiva in rapporto all’obiettivo della fruizione ampliata, quale tema strategicamente rilevante della mission del museo, archivio, biblioteca, area o parco archeologico, in parallelo con un positivo ed elevato impatto sulla promozione dello sviluppo culturale, scientifico, ambientale, educativo, economico e sociale. Previsti interventi di implementazione sito web (accessibilità dall’esterno), raggiungibilità e accesso ai percorsi e ai diversi servizi, percorsi orizzontali e verticali (scale, rampe, piattaforme elevatrici, ascensori), percorsi museali, formazione specifica del personale, sicurezza ed emergenza e valorizzazione, per assicurare un’adeguata esperienza di visita alle persone con disabilità e consentire una esperienza di visita autonoma per la più larga parte dei visitatori.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.