Giovedì 20 Giugno 2024
Il saluto di Santa Teresa e Furci dopo 24 anni al vertice della Stazione Carabinieri


L'omaggio al comandante Maurizio La Monica: "Una missione nell'Arma per 45 anni" - FOTO

di Andrea Rifatto | 18/12/2022 | ATTUALITÀ

878 Lettori unici

La targa consegnata dall'Amministrazione di Santa Teresa

“Una missione che ha occupato quasi tutta la mia vita e non mi meraviglierò se dovessi avere momenti di nostalgia, ma difficilmente avrò rimorsi per non aver compiuto il mio dovere”. Dopo 45 anni di servizio nell’Arma dei Carabinieri, il luogotenente carica speciale Maurizio La Monica ha salutato venerdì sera al Palazzo della Cultura di Santa Teresa di Riva la comunità cittadina e quella della vicina Furci Siculo, comuni sotto la sua giurisdizione da comandante della Stazione dei Carabinieri che ha guidato per 24 anni, dal 28 novembre 1998, e che lascerà dall’1 gennaio, giorno del suo pensionamento. Al caffè d’arte “Il paese di fronte al mare”, presieduto da Melina Patanè e Gabriele Camelia, ha ricevuto il ringraziamento pubblico per il servizio prestato a tutela della collettività, nel corso di una cerimonia alla quale hanno preso parte anche il comandante della Compagnia Carabinieri di Taormina capitano Giovanni Riacà, i comandanti delle Stazioni di Antillo e Roccalumera, carabinieri della locale caserma e militari della Compagnia taorminese, alcuni dei quali cresciuti professionalmente nella Stazione santateresina e oggi in servizio al Nucleo Operativo e Radiomobile. Presenti anche giudici, avvocati, sindaci, ex sindaci e amministratori locali, rappresentanti di associazioni e cittadini, che hanno lasciato omaggi al luogotenente. L’Amministrazioni comunale di Santa Teresa ha consegnato al sottufficiale dell’Arma una targa per esprimere “la più sincera gratitudine per l’impegno quotidiano e silenzioso svolto con alto senso del dovere e di responsabilità, che ha contribuito alla sicurezza del territorio e di tutta la cittadinanza”, così come un attestato è giunto da quella di Furci Siculo che ha espresso “la gratitudine e il pieno apprezzamento della cittadinanza per l’encomiabile dedizione ed il prezioso servizio svolto con serietà e tenace impegno in favore dell’intero territorio di competenza”. Il comandante Riacà ha ringraziato le comunità per le manifestazioni di affetto giunte nei confronti dell’Arma, segno che il lavoro sul territorio viene apprezzato. 

“Un affetto così grande della gente è segno che quello che ha fatto è stato apprezzato - ha detto il sindaco di Santa Teresa, Danilo Lo Giudice - una persona di grande rigore, attenta alla forma e alla sostanza, che ha sacrificato anche la sua vita sociale per il ruolo che ha ricoperto”. “Un punto di riferimento per tutti” ha aggiunto il collega Matteo Francilia. Il luogotenente La Monica, originario di Piazza Armerina, ha ripercorso la sua carriera sin dall’arruolamento avvenuto nel 1977, a 18 anni, e il servizio prestato a Iglesias, Gorizia, Palermo, Roma, Firenze, Messina e in Calabria, nella Locride, collaborando anche con il magistrato Nicola Gratteri in importanti operazioni contro la criminalità organizzata tra gli Anni ’80 e ’90, prima di giungere a Forza d’Agrò e poi a Santa Teresa; nel 2004 ha inoltre partecipato alla missione di pace Italfor in Bosnia. Una scelta di vita, quella di fare il carabiniere, che ha comportato anche sacrifici. “Sono orgoglioso della divisa e del grado raggiunto - ha detto il comandante - ringrazio i miei collaboratori, siamo stati una vera squadra grazie a coesione, disponibilità e rispetto alla base dei nostri rapporti: una Stazione Carabinieri modello. Ho seguito sempre un principio, specie da comandante, quello di non trascurare l’aspetto umano del servizio, usando un criterio di uniformità per tutti, anche per chi aveva commesso reati di una certa entità. Ho sempre osservato le direttive della scala gerarchica e sono stato sempre a disposizione, conscio che un carabiniere è sempre in servizio e che prima dei propri interessi venivano quelli della popolazione. In questi 24 anni ho apprezzato le risorse umane della popolazione e la disponibilità di molti a collaborare con le Forze dell’ordine: ciò ha influito in modo determinante a convincermi a fermarmi qui anche dopo il pensionamento”. Parole salutate con un lungo applauso dalla platea. Al posto di Maurizio La Monica arriverà a Santa Teresa il luogotenente carica speciale Maurizio Zinna, attuale comandante della caserma di Forza d’Agrò.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.