Giovedì 29 Ottobre 2020
Pubblicato il bando dal Comune: otto in contrada Egitto e 12 nel centro urbano. Dubbi dalla minoranza


Limina. Venti alloggi popolari pronti per l'assegnazione

di Filippo Brianni | 06/07/2015 | ATTUALITÀ

1839 Lettori unici

Gli alloggi popolari di contrada Egitto

Per venti famiglie di Limina si avvicina la prospettiva di una casa popolare. Il Comune ha infatti pubblicato il bando di concorso per l’assegnazione degli 8 alloggi di contrada Egitto e di 12 case tra quelle acquistate e recuperate nei decenni scorsi nell’ambito del centro urbano. Negli Anni ’90, infatti, il Comune avviò un progetto di risanamento, acquistando abitazioni pericolanti e pericolose e le ristrutturò per destinarle a edilizia popolare. Negli anni scorsi sorsero anche polemiche circa l’utilizzo di queste case: nel 2005, in attesa dell’assegnazione, il Comune deliberò di destinarle, in via temporanea e provvisoria, agli emigranti liminesi che nel tempo, rimasti senza alloggio, volessero soggiornare nel proprio paese di origine, giustificando la decisione con l’assenza di strutture ricettive a Limina. Alcune unità abitative, tra l’altro, sono già arredate e allacciate alle utenze pubbliche. Ora, per 12 di queste, arriverà l’assegnazione come previsto dai bandi di finanziamento che consentirono al Comune l’intera operazione. Per le case di contrada Egitto, negli anni scorsi non sono mancate nemmeno le interrogazioni della minoranza, che ne lamentava le condizioni di degrado e la mancata assegnazione. “Perché non sono state assegnate prima le 8 villette di contrada Egitto per poi rifare un nuovo bando per i 14 alloggi che vi sono nel paese?” si chiede oggi il gruppo di opposizione “Rinnovamento liminese”. Intanto proseguono i lavori per l’impermeabilizzazione delle case di contrada Ciranno, già da tempo regolarmente consegnate, ma poi oggetto di infiltrazioni. Il bando pubblicato mercoledì andrà ad integrare quello del dicembre 2010 al quale non seguì alcuna graduatoria. Ci saranno sessanta giorni di tempo per presentare la domanda, il doppio per coloro che lavorano all’estero.

Più informazioni: case popolari limina  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.