Giovedì 20 Giugno 2024
Destinati ai residenti. Le istanze dovranno essere presentate entro il 20 febbraio


Letojanni. Dal Comune contributi per disabili, ragazze madri e orfani

di Redazione | 03/02/2015 | ATTUALITÀ

2183 Lettori unici

Il municipio di Letojanni

Portatori di handicap, ragazze madri e orfani. Sono le tre categorie di soggetti che l’Amministrazione comunale di Letojanni ha deciso di sostenere con la concessione di contributi economici. Su iniziativa del sindaco, Alessandro Costa, e dell’assessore alle Politiche sociali, Mariateresa Rammi, sono stati pubblicati due avvisi rivolti ai cittadini residenti che rientrano tra i possibili beneficiari. Per accedere alle somme, che saranno erogate in base al Regolamento comunale dei servizi Socio-assistenziali e disciplina degli interventi di assistenza economica, i residenti dovranno essere in possesso di determinati requisiti, presentando istanza all’Ufficio Servizi socio-assistenziali del Comune entro e non oltre il 20 febbraio.
Per i soggetti portatori di handicap in situazione di gravità, certificata ai sensi dell’art. 3 c. 3 della Legge 104/1992, il contributo economico è alternativo all’aiuto domestico e al ricovero presso strutture residenziali e verrà concesso nei limiti prefissati dall’art 12 del Regolamento comunale. Potranno accedervi i residenti a Letojanni da almeno un anno, allegando all’istanza la seguente documentazione: copia del documento di identità in corso di validità; certificazione medica comprovante la condizione di handicap grave; attestazione Isee che non dovrà superare la soglia di 10.392,15 euro, incrementata del 20% per ogni unità familiare oltre la terza; Cud dell’anno 2013 o dichiarazione sostitutiva atto di notorietà attestante il reddito percepito dal disabile.

Sostegno economico anche per le ragazze madri e i nuclei familiari orfanili (ex Enaoli), che dovranno risiedere all’interno del territorio comunale. Nel primo caso bisognerà dimostrare di essere ragazze madri, cioè donne che hanno riconosciuto il figlio nato fuori dal matrimonio e che provvedono direttamente alla sua cura, sempre che le stesse vivano da sole o con il nucleo familiare d’origine, allegando alla domanda copia del documento di identità in corso di validità e copia del codice fiscale del figlio minore. Potranno richiedere il contributo anche i soggetti orfani, di uno o entrambi i genitori, aventi fino a 18 anni di età, elevabili a 21 in caso di studente e a 26 anni se studente universitario. L’accesso alle prestazioni sarà consentito in relazione al minimo vitale. Alla determinazione del reddito familiare complessivo concorrono le entrate di qualsiasi natura per la cui certificazione vengono applicate le norme relative all’Isee. Per la determinazione del minimo vitale concorreranno le entrate di qualsiasi natura derivanti da prestazioni di lavoro (anche se occasionali), prestazioni previdenziali e/o assistenziali (assegni di familiari ed assegni nucleo familiare, assegni di mantenimento, rendite di qualsiasi natura comprese quelle a carattere riparatorio come le pensioni di invalidità godute da tutti i componenti del nucleo familiare conviventi con il richiedente, a carico o meno, con riferimento all’anno precedente alla richiesta, rendite Inail, ecc.).
Per tutte le categorie beneficiarie l’Isee che verrà prodotto dovrà essere stato rilasciato dopo il 1° gennaio 2015. Le domande, compilate esclusivamente sullo stampato predisposto, che giungeranno all’Ufficio Protocollo del Comune oltre il termine perentorio del 20 febbraio 2015 o compilate parzialmente o mancanti di allegata documentazione non verranno evase e di conseguenza il richiedente non potrà beneficiare dell’erogazione del contributo. Le istanze correlate da certificazioni diverse da quelle previste non danno diritto alla concessione delle somme.


Modello domanda portatori di handicap
Modello domanda ragazze madri e orfani


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.