Mercoledì 25 Maggio 2022
Adottate dai Distaccamenti della provincia per dare un contributo benefico


Le Pigotte Unicef trovano casa con i Vigili del Fuoco: fondi ai bambini dei Paesi poveri

05/01/2021 | ATTUALITÀ

696 Lettori unici

Le bambole adottate dal Distaccamento di Letojanni

Tante pigotte-pompiere hanno preso servizio” nelle caserme di Messina e provincia. La campagna nazionale di Unicef “Per Natale adotta una pigotta” è stata infatti estesa ai Vigili del Fuoco, che hanno accolto linvito con entusiasmo partecipando in maniera massiccia e adottando le pigotte in divisa che sono subito diventate le mascotte dei Distaccamenti che hanno aderito alliniziativa, promossa dal Comitato provinciale Unicef di Messina presieduto da Angela Rizzo Faranda, dietro richiesta del presidente provinciale dellAssociazione Nazionale Vigili del Fuoco, Luciano Portovenero. Per realizzare le pigotte c’è stato un vero e proprio dispiegamento di forze: le divise sono state fornite dal Comando provinciale messinese e dal Distaccamento di Milazzo, grazie alla generosità del comandante provinciale Giuseppe Biffarella, mentre per la realizzazione ci hanno pensato le volontarie che hanno offerto la loro sapiente manodopera. A Messina hanno collaborato Stella Corrieri, Stefania Crisostamo, Tina Giacobbe, Francesca Trovatello e i volontari Unicef Maria Rizzo Trischitta, Graziella Milo e Matteo Galtieri; mentre a Barcellona Maria Rita Giardina. Le pigotte sono state adottate dai vigili del fuoco in pensione e dai colleghi in servizio al Comando provinciale di via Salandra e dai vigili del Distaccamento di Letojanni, coordinato dal caporeparto Natale Micalizzi. Alliniziativa ha aderito anche il Distaccamento di Acireale che opera sotto le direttive del caporeparto Gregorio Antonio Sorbello, grazie alla collaborazione dei vigili Ezio Santoro e Andrea Caristi, con il gentile consenso di Ambra Picasso, presidente provinciale Unicef di Catania. Le adozioni sono state curate da Domenico Miuccio caporeparto del Comando provinciale di Messina, da Luciano Portovenero per Messina e da Francesca Gullotta per Letojanni ed Acireale. Con i contributi ricavati dalle adozioni delle Pigotte, l’Unicef garantirà le vaccinazioni per i bambini nei Paesi in via di sviluppo e sosterrà anche programmi per listruzione, in quanto, a causa della pandemia, milioni di bambini e giovani non sono più tornati in classe: “Abbiamo un compito – ha affermato la presidente Rizzo Faranda - accompagnare a scuola tutti i bambini e le bambine”. Il connubio tra Unicef e pompieri non nasce a caso: questi ultimi sono ambasciatori Unicef per la missione istituzionale, per gli alti valori civili e di solidarietà che connotano gli scopi istituzionali dellAssociazione nazionale, per lazione di tutela e promozione dei diritti dellinfanzia e delladolescenza, con particolare riguardo alle azioni finalizzate alla protezione e sicurezza di coloro che sono svantaggiati, con particolare riguardo a tutte le bambine, i bambini, le ragazze e ragazzi, condividendo gli ideali del sodalizio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.