Domenica 03 Luglio 2022
Firmate due ordinanze dopo crolli e distacchi dai prospetti sulle vie pubbliche


Immobili pericolanti a Furci, il sindaco ordina la messa in sicurezza

di Redazione | 21/05/2022 | ATTUALITÀ

617 Lettori unici

L'edificio parzialmente crollato

Due ordinanze firmate dal sindaco Matteo Francilia impongono ai proprietari di altrettanti edifici di Furci Siculo, in stato di degrado e con porzioni già crollate al suolo, di provvedere ad effettuare interventi contingibili ed urgenti a salvaguardia della pubblica incolumità. I provvedimenti sono stati siglati dopo i sopralluoghi effettuati dalla Polizia locale, che ha accertato il crollo sulla sede stradale e sul marciapiede di intonaci ammalorati provenienti dai cornicioni e dai prospetti di due fabbricati fatiscenti: un eventuale ulteriore distacco di calcinacci potrebbe infatti comportare conseguenze gravi per i pedoni e i veicoli in transito e dunque vi è una situazione di rischio per lincolumità delle persone e la sicurezza del transito pedonale e veicolare. Francilia ha così ordinato di eseguire immediatamente, comunque entro 30 giorni, i lavori di messa in sicurezza degli immobili mediante manutenzione, riparazione e verifica della stabilità delle rimanenti porzioni di cornicioni e prospetti; in caso di mancata attestazione di eliminazione del pericolo, certificata da un tecnico abilitato, i proprietari verranno ritenuti inadempienti e potrebbero scattare le sanzioni previste dal Codice penale. Il Comune potrà poi provvedere d’ufficio a spese dei privati. In un caso si tratta di un edificio sulla via IV Novembre interessato dal crollo del tetto l8 maggio, dove sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco: l’area antistante è stata transennata dal Comune e nei giorni successivi è stato eliminato il pericolo sulla porzione di più recente costruzione, consentendo così all’attività commerciale al piano terra di riaprire, mentre la restante parte dovrà essere demolita; la seconda ordinanza riguarda invece un immobile in via Del Progresso.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.