Lunedì 06 Febbraio 2023
Fondi dalla Regione per valorizzare antichi manieri. In due casi accordi con i privati


Illuminazione artistica dei castelli, quattro comuni jonici ottengono il finanziamento

di Andrea Rifatto | 07/04/2022 | ATTUALITÀ

1142 Lettori unici

Il castello Pentefur di Savoca

Tutti ammessi a finanziamento i progetti presentati nella zona jonica per accedere ai contributi stanziati dall’Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana per l’illuminazione artistica di castelli, manieri, fortezze e torri. Nella graduatoria provvisoria, infatti, sono inseriti tra i 54 interventi ammessi, per l’importo complessivo di euro 4 milioni 459mila 203 euro, anche i progetti di fattibilità tecnica ed economica inviati dai Comuni di Sant’Alessio Siculo, Castelmola, Savoca e Scaletta Zanclea, che hanno partecipato all’avviso per l’assegnazione del contributo a sportello. Le richieste sono state esaminate da una commissione e vagliate dalla Soprintendenza per i Beni culturali di Palermo, che ha trasmesso l’esito delle verifiche al Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità siciliana. Al settimo posto Castelmola, che ottiene 90mila euro (importo massimo concedibile) per il progetto di illuminazione artistica ed efficientamento energetico dei ruderi del castello giardino; subito dopo Sant’Alessio Siculo, a cui vanno 90mila euro per il sistema di illuminazione artistica della rocca e della cinta muraria esterna del castello sul Capo, di proprietà dell’architetto Gianni Mauro che ha siglato un accordo con l’Amministrazione, mentre altri 10mila euro sono garantiti da un cofinanziamento comunale. Al 19esimo posto Scaletta Zanclea, ente che riceve 90mila euro per la realizzazione di un impianto di illuminazione artistica esterna ecoefficiente del castello Rufo Ruffo e che stanzierà altri 10mila euro dal bilancio comunale; un gradino sotto in graduatoria il Comune di Savoca, che ha partecipato all’avviso per illuminare e valorizzare i resti e la cinta muraria del castello Pentefur e ottiene un contributo di 90mila euro: il maniero appartiene al professor Piero Antonio Nicotina, con cui l’Amministrazione ha firmato un protocollo di intesa per poter chiedere il finanziamento e realizzare l’intervento. I progetti di Sant’Alessio e Castelmola sono stati redatti dall’architetto Maruscka Biondo, quello di Scaletta dall’architetto Eleonora Cacopardo mentre a Savoca dall’architetto Antonino Santoro. La Regione ha stanziato in totale 5 milioni di euro e ieri ha riaperto i termini per la presentazione delle istanze, visto che vi un residuo di 540mila 796 euro che può essere utilizzato per finanziare altri progetti in tutta la Sicilia.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.