Lunedì 25 Maggio 2020
All'Istituto momento in memoria del giovane: oggi avrebbe compiuto 18 anni


Il "Pugliatti" ricorda Andreas Bongiorno: "Ciuffo d'oro" maggiorenne in cielo

di Andrea Rifatto | 11/12/2017 | ATTUALITÀ

3886 Lettori unici

Il lancio dei palloncini in cielo

Oggi avrebbe compiuto 18 anni. “Ciuffo d’oro”, come lo chiamavano gli amici, è diventato maggiorenne in cielo. E i suoi compagni dell’Istituto superiore “Pugliatti” di Taormina hanno voluto ricordarlo questa mattina con un momento di riflessione e il lancio di tanti palloncini bianchi e azzurri in cielo, tra gli applausi. Andreas, originario di Antillo, morto a 16 anni nell’agosto dello scorso anno in seguito a un incidente stradale, non sarà mai dimenticato dalla sua scuola. Tanta la commozione oggi dei suoi ex compagni e degli insegnanti. A scuola erano presenti tra gli altri Giordano Bongiorno e Salvatore Bongiorno, suoi amici ed ex rappresentanti di Istituto, invitati dagli attuali rappresentanti del "Pugliatti" Cosmin Moruz, Gianluca Nocera e Miriam Bongiorno. Andreas Bongiorno è ancora nei cuori degli studenti della scuola taorminese, che lo scorso marzo gli hanno dedicato un'aiuola nel cortile dell'Istituto e una targa ricordo: “Ogni volta che avrò voglia di parlarti o di vederti, mi basterà chiudere gli occhi per sognarti, quasi fino a toccarti, non potremmo mai dimenticare il tuo sorriso, quel tuo ciuffo biondo e il tuo bel modo di stare al mondo”. Il 16enne rimase coinvolto in una grave incidente stradale la notte dell’11 agosto 2016, mentre viaggiava in auto sulla Provinciale 12 Sant’Alessio-Antillo. Dopo aver lottato contro la morte per una settimana, si spense il 19 agosto lasciando sgomenta la comunità di Antillo e tutto il comprensorio jonico, che in quei giorni si strinse attorno ai familiari.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.