Mercoledì 19 Giugno 2024
Centro antiviolenza "Al tuo fianco" e Centro per l'impiego formalizzano lo Sportello Donna


Il lavoro è libertà: firmato protocollo d'intesa per aiutare le donne vittime di violenza

di Andrea Rifatto | 10/03/2024 | ATTUALITÀ

607 Lettori unici

I protagonisti della firma dell'accordo a Roccalumera

Lavoro significa indipendenza e libertà e per una donna vittima di violenza anche riacquistare la vita. Una nuova esistenza che ha bisogno di essere sostenuta da strumenti come il protocollo di intesa per l’inserimento lavorativo delle donne vittima di violenza, firmato a Roccalumera tra il Centro per l’Impiego di Santa Teresa di Riva-Giardini Naxos-Francavilla di Sicilia e l’associazione-centro antiviolenza “Al tuo fianco”, in virtù della collaborazione già avviata con l’apertura a gennaio dello Sportello Donna nel Centro diurno di Furci Siculo, sede dell’associazione. Alla firma all’Antica Filanda sono intervenuti il dirigente del Servizio XI Centro per l’Impiego Messina-Villafranca Tirrena Giacomo De Francesco, la presidente di “Al tuo Fianco” Cettina La Torre e i dirigenti del Cpi santateresino Agata Di Blasi e Pasquale Nava. La collaborazione promuove e realizza azioni volte all'accompagnamento al lavoro di donne in condizioni di vulnerabilità o fragilità e i firmatari si sono impegnati a favorire l'incontro della domanda di lavoro da parte del datore, l’empowerment e l'autonomia economica attraverso l'inclusione lavorativa di donne con un passato di violenza o di fragilità in generale o di donne migranti pronte a essere inserite nel mercato del lavoro e lo scambio di tirocini, attività formative, convenzioni, inserimenti lavorativi, borse lavoro, inclusione socio-lavorativa ed esperienze nell'ottica di un lavoro di rete a livello nazionale o locale. 

“Quella che fino a qualche anno fa veniva considerata la festa della donna oggi finalmente viene chiamata Giornata internazionale dei diritti delle donne - ha detto La Torre - i dati Istat ci dicono che ancora tante sono le vittime di femminicidio, vittime di violenza domestica, tante le donne che subiscono molestie e ricatti sessuali sul posto di lavoro; molte donne subiscono, come lavoratrici, discriminazione salariali e a volte sono costrette a licenziarsi a causa della maternità. Per noi donne di ‘Al tuo fianco questo 8 marzo ha maggiore valenza perchè nasce una collaborazione molto importante da portare avanti per far riacquistare indipendenza alle donne fragili grazie all’inserimento lavorativo, che facilita il percorso di fuoriuscita dalla violenza. Lo Sportello Donna - ha proseguito la presidente dell’associazione - è una risorsa indispensabile per garantire l'accesso e l'inserimento effettivo nel mondo del lavoro, con offerte lavorative ‘su misura’ che tengono conto delle diverse esigenze e competenze. Un supporto tecnico che va oltre quelle che possono essere le misure assistenziali, quali il reddito di libertà, che ha permesso di avviare una buona pratica a sostegno della condizione femminile, in un clima di assoluta riservatezza e discrezione”. “Sono contento di questa firma che consente di accrescere le esperienze pratiche sul territorio - ha detto De Francesco - le fragilità bloccano lo sviluppo del tessuto economico ed è arrivato il momento di sostituire la platea dei lavoratori ‘raccomandati’ con le persone fragili. Una sensibilità particolare che il Cpi ha anche perchè l’80% del personale è costituito da donne, che svolgono il loro compito anche operando anche in aiuto della società”. Per Di Blasi “Il nostro lavoro è ancora più denso di significato, perchè è gratificante vedere le donne rimettersi in gioco e la firma protocollo è un’azione concreta”. A porgere un saluto alla firma del protocollo, evento patrocinato dall’Amministrazione comunale, è intervenuto anche il sindaco Giuseppe Lombardo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.