Domenica 25 Febbraio 2024
Dal 26 dicembre al 6 gennaio rappresentazioni della nascita di Gesù in tre paesi


I borghi della Val d'Agrò diventano Betlemme: gli appuntamenti con i presepi viventi

di Andrea Rifatto | 24/12/2019 | ATTUALITÀ

1775 Lettori unici

Il presepe vivente del 2018 a Savoca

I borghi della Valle d’Agrò si preparano a mettere in scena la tradizionale rappresentazione del presepe vivente, nello scenario dei centri storici che ben si prestano a ricreare la Betlemme dell’anno zero. Ecco gli eventi in programma in tre paesi collinari. A Savoca l’appuntamento con la seconda edizione, dopo il successo dello scorso anno che ha visto la presenza di 3.000 visitatori, è per il 26 e 29 dicembre (dalle 17.30 alle 20.30), sempre con l’organizzazione curata dalla Parrocchia Santa Maria Assunta in collaborazione con il Comune. Circa 100 i figuranti che si sono messi in gioco per far tornare indietro nel tempo il borgo: “Una manifestazione di fede ma anche motivo di aggregazione e socializzazione – commenta il parroco, don Agostino Giacalone - dietro c’è tanto lavoro, impegno, sacrificio e dedizione, per un presepe che ricorda il valore dell’accoglienza”. Per assistere è previsto un contributo di 1 euro comprensivo di biglietto della lotteria per l’estrazione prevista il 6 gennaio. Tra le vie del borgo ci sarà anche la degustazione di prodotti tipici. A Casalvecchio Siculo l'ottava edizione del presepe vivente si terrà il 29 dicembre e 5 gennaio (dalle 18.30 alle 21.30), organizzata da Pro Loco, Parrocchia Sant’Onofrio e Comune lungo un percorso tra i vicoli del borgo storico trasformati in Betlemme, dove il visitatore potrà riscoprire gli antichi mestieri, oltre a spazi per degustazioni, enogastronomia, arte, cultura,e artigianato. A Forza d’Agrò la riproduzione vivente della nascita di Gesù si terrà nel centro storico il 26 dicembre e il 6 gennaio (dalle 17 alle 20), promossa da Comune, Parrocchia Santa Maria Annunziata e Assunta e associazioni Agrònauti, Lupi Fda, Orchidea e Agrillea: tante le novità una nuova location su percorso più esteso, 100 figuranti e oltre 20 postazioni. Il presepe vivente forzese sarà anche occasione per conoscere antichi mestieri tra oggetti, accessori e attrezzi di un tempo e degustare prodotti tipici preparati sul momento.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.