Venerdì 23 Febbraio 2024
Manifestazione organizzata da Assostampa per dire no alla limitazione dell'attività


Giornalisti contro le norme bavaglio, flash mob a Palermo a difesa della libertà di stampa

di Redazione | 10/02/2024 | ATTUALITÀ

187 Lettori unici

Un flash-mob con una simbolica lettura dei giornali, sulle note musicali di Jovanotti, davanti al teatro Massimo di Palermo ed una serie di interventi a difesa della libertà di stampa per una informazione indipendente che è garanzia di diritti e di democrazia. Sono scesi in piazza i giornalisti siciliani per dire “no” alle norme che puntano a mettere il bavaglio ai cronisti e per rilanciare temi fondamentali come fake news e precariato. Una manifestazione, organizzata con la convocazione di un consiglio regionale straordinario dall'Associazione siciliana della stampa, sindacato unitario dei giornalisti, con la Federazione nazionale della stampa che ha promosso iniziative sui territori, e con l'ordine dei giornalisti di Sicilia. Coinvolte anche le maggiori sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil e Ugl. "Non siamo qui per difendere la categoria dei giornalisti - dice il segretario regionale di Assostampa Sicilia Giuseppe Rizzuto - ma perché una serie di norme che si stanno per attuare nel nostro Paese limitano l'attività dei cronisti sul campo, soprattutto quelli che si occupano di nera e giudiziaria e non permetteranno ai cittadini di essere informati sulle inchieste in corso. Presenti, oltre a Rizzuto, il vicesegretario Roberto Leone, la presidente del cons glio regionale Tiziana Tavella, il presidente dell'ordine dei giornalisti di Sicilia Roberto Gueli, i direttori del Giornale di Sicilia Marco Romano e de La Sicilia Antonello Piraneo, il caporedattore di Ansa Sicilia Franco Nuccio e quello de la Repubblica Marco Patucchi, i rappresentanti dei comitati di redazione e delle segreterie provinciali di Assostampa in Sicilia. Sono intervenuti, tra gli altri, anche Salvo Palazzolo, cronista di giudiziaria de la Repubblica, e Riccardo Arena, consigliere nazionale dell'ordine dei giornalisti e capo servizio del Giornale di Sicilia, oltre che cronista di giudiziaria, l'attore Salvo Piparo e la drammaturga Lina Prosa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.