Domenica 25 Febbraio 2024
Il professionista fa marcia indietro dopo che è esploso il caso sull'incompatibilità


Giardini Naxos, il fratello del sindaco rinuncia all’incarico e lo salva dalla decadenza

di Andrea Rifatto | 07/09/2021 | ATTUALITÀ

1419 Lettori unici

Il sindaco Giorgio Stracuzzi

Si salva dall’incompatibilità e dal rischio di decadenza il sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi. O meglio, a salvarlo è stato il fratello, l’architetto Antonio Maria Stracuzzi, che come abbiamo riferito nei giorni scorsi è risultato vincitore di una gara di progettazione alla quale è stato l’unico a partecipare e in seguito alla quale, in caso di affidamento dell’incarico, avrebbe fatto finire il primo cittadino in una situazione di incompatibilità, visto che il Testo unico degli Enti locali vieta di ricoprire la carica di sindaco “a coloro che hanno ascendenti o discendenti ovvero parenti o affini fino al secondo grado che coprano nelle rispettive amministrazioni il posto di appaltatore di lavori o di servizi comunali o provinciali o in qualunque modo loro fideiussore”. Il professionista, dopo che è esploso il caso, ha quindi deciso di fare retromarcia e questa mattina ha inviato in municipio una nota, tramite posta elettronica certificata, con la quale ha comunicato la rinuncia formale all’incarico da 25mila 614 euro, che riguardava progettazione esecutiva, direzione lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione per i lavori di realizzazione del Museo del mare della pesca e delle tradizioni marinare in contrada Pallio. Dunque l’Ufficio tecnico, prendendo atto di quanto deciso dall’architetto Antonio Maria Stracuzzi, ha dichiarato conclusa senza esito la procedura di affidamento, con una provvedimento firmato dal presidente della commissione di gara Giuseppe Leonardi (che ricopre anche il ruolo di responsabile unico del procedimento) e dai testimoni Antonella Culoso e Venerando Sgroi. Una vicenda chiusa così in tempo prima che potesse essere contestata in Consiglio comunale la paventata situazione di incompatibilità del sindaco Giorgio Stracuzzi, che non ha avuto alcun ruolo nella vicenda così come regolari sono state le procedure seguite dall’Ufficio tecnico. Sarebbe stato sufficiente, per una questione di opportunità e anche per non far incappare il fratello in situazioni di incompatibilità con il rischio di decadere dalla carica, che il professionista evitasse di partecipare alla manifestazione di interesse alla quale il Comune l’ha invitato insieme ad altri due tecnici, ignorando probabilmente che l’eventuale affidamento dell’incarico all’architetto Stracuzzi avrebbe avuto ricadute sulla stabilità del governo cittadino.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.