Mercoledì 01 Dicembre 2021
Due conviventi di Roccalumera intercettati di sera dai Carabinieri sul lungomare


Furci Siculo, beccati in auto con cocaina e contanti: coppia arrestata dai carabinieri

di Redazione | 19/02/2021 | ATTUALITÀ

3204 Lettori unici

Ad intervenire due pattuglie dell'Arma

Due conviventi residenti a Roccalumera, Francesco Celi di 44 anni e Patrizia Morabito di 52, sono stati arrestati ieri sera dai Carabinieri della Compagnia di Taormina con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dei servizi volti alla prevenzione e repressione dello spaccio di droga, la coppia è stata intercettata dai militari del Nucleo Operativo di Taormina e della Stazione di Santa Teresa di Riva mentre circolava sul lungomare Amerigo Vespucci di Furci Siculo con un’autovettura giudicata sospetta e sottoposta subito a controllo. A non convincere ulteriormente i carabinieri è stato l’atteggiamento nervoso assunto durante le verifiche dai due, entrambi già noti alle Forze dell'ordine, e dunque è stato deciso di approfondire l’accertamento ispezionando il veicolo su cui viaggiavano. La perquisizione ha permesso di rinvenire, occultato tra il sedile anteriore del passeggero e il vano del cambio, un involucro trasparente contenente circa 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, utilizzabile per confezionare circa 60 dosi, mentre la successiva perquisizione personale ha permesso di trovare nella loro disponibilità anche la somma in contanti di circa 100 euro, ritenuta dall’Arma provento di pregressa attività illecita. Il denaro e la sostanza stupefacente, che è stata sottoposta ad accertamenti di laboratorio, sono stati sequestrati e Celi e Morabito sono stati quindi arrestati in flagranza di reato. Su disposizione della Procura della Repubblica di Messina, l’uomo e la donna sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza con rito direttissimo e oggi, all’esito dell’udienza di convalida, il giudice del Tribunale di Messina ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri ed ha applicato ad entrambi la misura cautelare degli arresti domiciliari a Roccalumera.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.