Giovedì 20 Settembre 2018
Alfredo Batticani, più volte critico con il Comune, lascia senza spiegare i motivi


Furci, si dimette il revisore dei conti: amministratori in silenzio sul "mistero"

di Andrea Rifatto | 02/03/2018 | ATTUALITÀ

625 Lettori unici

Il municipio di Furci

Rimane senza revisore dei conti il Comune di Furci Siculo. Il professionista che ha svolto l’incarico fino a oggi, Alfredo Batticani, ha infatti rassegnato le dimissioni. Lo ha comunicato all’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Sebastiano Foti con una lettera di poche righe, in cui non spiega le motivazioni che lo hanno spinto a non ricoprire più l’incarico, così come è avvenuto dal 30 giugno 2016 in seguito alla nomina da parte del Consiglio comunale, prevista per il triennio 2016-2019. Nella nota viene precisato soltanto che le dimissioni volontarie decorrono dal 16 aprile e che il periodo che separa da quel giorno è da intendersi come preavviso. Batticani, originario di Bronte, contattato telefonicamente non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Neanche il sindaco Foti e il vicesindaco Maria Vera Scarcella, che detiene la delega al Bilancio, hanno risposto alle chiamate per ottenere chiarimenti sulla vicenda.

Il revisore dei conti, nel corso del suo mandato, ha mosso diversi rilievi e critiche all’operato dell’Amministrazione in merito agli atti adottati in materia contabile e di gestione del personale, intervenendo spesso per chiedere correttivi. Nei mesi scorsi ha fatto parecchio discutere la sua richiesta di inserire nel Rendiconto di gestione dell’anno 2016, approvato il 30 dicembre dal Consiglio comunale dopo quattro tentativi, un accantonamento di 132mila 362 euro per il rischio contenziosi che la Giunta aveva invece voluto inserire nel Previsionale 2017 per evitare un rosso da 401mila euro, che alla fine si è verificato visto il dietrofront deciso dall’esecutivo. Alfredo Batticani aveva inoltre chiesto all’Amministrazione di predisporre opportuni atti per far aumentare le entrate ed evitare ulteriori problemi di natura economico-finanziaria, che non farebbero altro che peggiorare la già delicata situazione dell’Ente. Evidentemente qualcosa nei rapporti tra Comune e revisore non ha funzionato e il professionista ha preferito salutare. Adesso bisognerà riattivare la procedura per affidare l'incarico.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.