Martedì 11 Maggio 2021
Proposta dei privati approvata dall'Amministrazione per ampliarli e riqualificarli


Furci, presentato un project per i cimiteri: previsto l'aumento dei costi per i cittadini

di Andrea Rifatto | 25/02/2020 | ATTUALITÀ

791 Lettori unici

Il cimitero di Furci

Anche a Furci si punta a riqualificare e ampliare i cimiteri cittadini tramite un’operazione di project financing, ossia con l’intervento di un soggetto privato. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Matteo Francilia ha infatti approvato la proposta presentata nel marzo dello scorso anno dalla cooperativa Caes-Consorzio Artigiano Edile Sicilia di Pace del Mela, la stessa società che si è già aggiudicata l’ampliamento dei cimiteri di Santa Teresa di Riva. La Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica, evidenziando come “l’ampliamento del cimitero centro e della frazione Artale risulta opera indifferibile, stante la situazione di saturazione e il project financing consentirebbe di trovare la soluzione per la carenza di loculi”. L’iniziativa, il cui piano economico-finanziario è stato ritenuto valido dall’Amministrazione, non prevede alcun onere a carico del bilancio comunale ed ha ricevuto il via libera in linea tecnica dal responsabile unico del procedimento, il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale architetto Claudio Crisafulli. Un’operazione dal costo totale di un milione 664mila 398 euro, di cui un milione 112mila 069 euro per i lavori, 394mila 651 euro per somme a disposizione, per un valore dell’investimento pari a un milione 506mila 721 euro al netto degli oneri fiscali. La scelta del concessionario avverrà mediante gara ad evidenza pubblica, dove il soggetto proponente avrà diritto di prelazione, e chi si aggiudicherà il project financing gestirà i cimiteri furcesi per 23 anni. A Furci è previsto l’ampliamento con la costruzione di una nuova struttura intelaiata in cemento armato per la collocazione di loculi e cappelle, oltre al rifacimento e messa a norma dell’impianto elettrico dell’illuminazione votiva e dell’impianto di illuminazione del cimitero, la riqualificazione dei corridoi e della zona ingresso con la realizzazione della pavimentazione mancante; ad Artale, invece, verranno collocati nuovi loculi in vetroresina e si procederà con la pavimentazione delle piazzette e il rifacimento degli impianti elettrici

 

L’operazione prevede un aumento dei costi per i cittadini furcesi: i loculi costerebbero da 2.400 a 2.900 euro per chi acquisterà dopo la morte del proprio congiunto e tra 3.300 e 3.800 per chi acquisterà in vita; attualmente il costo varia da 1.300 a 1.700 nel primo caso e da 1.950 a 2.550 nel secondo. Nelle tariffe dei loculi previste nel piano economico-finanziario del Caes sono compresi anche i costi per i marmi e gli arredi funerari (portafoto, portafiori e lampade) ma gli utenti avrebbero comunque un incremento dei costi tenendo conto anche delle spese per la tumulazione. Previsto inoltre un rincaro per le luci perpetue, il cui costo passerebbe da 14 a 23 euro l’anno, così come la stipula del contratto da 10 a 16 euro; la singola lampadina da apporre in occasione della commemorazione dei Defunti passerebbe invece da 1 euro a 1,20 euro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.