Mercoledì 24 Luglio 2024
Integrazione oraria per garantire maggiori servizi e attività all'interno del municipio


Furci, più lavoro per i precari Asu del Comune grazie al contributo della Regione

di Andrea Rifatto | 11/09/2022 | ATTUALITÀ

901 Lettori unici

L'Amministrazione ha presentato un apposito progetto

Più servizi e attività in municipio grazie alle prestazioni dei precari Asu. L’Amministrazione comunale di Furci Siculo ha infatti manifestato l’interesse all’assegnazione delle somme previste dalla Regione per l’integrazione oraria dei lavoratori socialmente utili, inserite nella variazione di bilancio approvata un mese fa dall’Assemblea regionale siciliana. Per poter ottenere il contributo, era necessario presentare un progetto obiettivo e garantire la copertura dei costi inerenti la regolarizzazione dell’Inail e della responsabilità civile verso terzi, che per l’ente furcese ammontano a 2mila euro, mentre il governo regionale si farà carico degli importi per gli stipendi. La giunta comunale ha redatto un progetto che prevede l’impiego di sei Asu, Letteria Addante, Rosa Santa Bembale, Maria Grazia Burgio, Orazio Patanè, Vincenza Potestivo e Carmelo Scimone, per 36 ore a settimana fino al 31 dicembre, in vari settori della macchina amministrativa. In particolare affiancheranno i dipendenti nelle attività di lotta all’evasione fiscale mediante l’affiancamento all'ufficio tributi dell’ente; servizio di supporto nella gestione ordinaria dell'attività accertativa; supporto alla gestione dello sportello informativo ai contribuenti e predisposizione lettere di sollecito con le notifiche; servizi alla persona con potenziamento dei servizi in favore di minori che frequentano la scuola dell'obbligo (mensa, trasporto) e collaborazione con l’asilo nido; tutela ambientale, con custodia e manutenzione ambientale compresi il potenziamento della pulizia del centro abitato e delle spiagge, aree ed edifici pubblici, cura, custodia, gestione e manutenzione verde pubblico, compresa la villa comunale. Gli impiegati lavoreranno sei giorni a settimana dalle 7 alle 13 (o dalle 8.30 alle 14.30) e due giorni anche dalle 15.30 alle 18.30.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.