Lunedì 15 Aprile 2024
L'intervento di ristrutturazione dell'impianto è stato consegnato e subito sospeso


Furci, lavori fermi da tre mesi al campo da tennis: una variante per riaprire il cantiere

di Andrea Rifatto | 06/01/2022 | ATTUALITÀ

622 Lettori unici

I lavori possono adesso riprendere

Nonostante foto, selfie e annunci degli amministratori, i lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza del campo da tennis di Furci Siculo non sono ancora entrati nel vivo. Il 29 settembre è avvenuta la consegna delle opere all’impresa “Edilsviluppo Slrs” di Basicò, per una spesa di 30mila 462 euro, ma appena cinque giorni dopo la ditta, che aveva rimosso solo la recinzione, ha chiesto al Comune la sospensione dei lavori e l’esecuzione di un sopralluogo congiunto, a causa di lavorazioni necessarie e propedeutiche alla realizzazione degli interventi ma non previste in progetto. Il 13 ottobre, dunque, il direttore dei lavori e responsabile unico del procedimento, il geometra Domenico Gennaro, ha sospeso il cantiere costatando che “nell’area limitrofa la zona del campo è presente della vegetazione spontanea che ostacola i lavori e che alcune radici ed arbusti si sono insinuati sotto il terreno da gioco, per mancanza di manutenzione dovuta alla chiusura dell’area per la scadenza della concessione demaniale, impedendone di fatto il rifacimento in maniera ottimale”. Il tecnico ha quindi redatto il 17 dicembre una perizia di variante, per una spesa aggiuntiva di 1.500 euro, per effettuare la pulitura, scerbatura e sistemazione delle aree verdi limitrofe al campo da tennis e uno scavo, lungo tutto il perimetro del terreno da gioco, con riempimento in calcestruzzo in modo da salvaguardare le aree oggetto di manutenzione da future infiltrazioni di radici e sterpaglie. Due giorni prima di Natale la Giunta guidata dal sindaco Matteo Francilia ha approvato la variante per una spesa totale di 31mila 962 euro, di cui 1.500 coperti con fondi comunali e il resto con il contributo ottenuto dal Governo nazionale per infrastrutture di carattere sociale e destinato al campo da tennis “Carmelo Barbera”. Dopo tre mesi di stop i lavori potranno quindi realmente partire per rimettere a nuovo il terreno da gioco, con il rifacimento della recinzione perimetrale, della superficie e dell’impianto di illuminazione, mentre non si interverrà sulla struttura destinata a spogliatoi e deposito. A fine novembre il Comune ha ottenuto per sei anni dall’Agenzia del Demanio di Palermo la concessione dell’area, situata a ridosso del torrente Savoca, in cambio di un canone annuale di 212 euro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.