Lunedì 17 Giugno 2024
Stanziate altre somme per ripartire e verificare la situazione dei contribuenti


Furci, la pandemia ha azzerato la riscossione delle tasse: prorogato l'incarico alla ditta

di Andrea Rifatto | 31/01/2021 | ATTUALITÀ

1047 Lettori unici

Il recupero dei tributi si è fermato per almeno sei mesi

Seppur condizionata dalla pandemia, che negli ultimi dieci mesi ha inciso negativamente sulle capacità economiche di famiglie e imprese, l’attività di riscossione dei tributi arretrati affidata dal Comune ad una società privata ha dato i suoi frutti nel corso tra 2019 e 2020. L’incarico è stato affidato alla ditta “Sogert” di Grumo Nevano (Napoli) nel settembre del 2019 e adesso l’Amministrazione ha deciso di prorogare l’affidamento almeno fino al 18 marzo, stanziando a tale scopo la somma di 5mila euro, necessaria per il servizio di riscossione coattiva delle entrate extratributarie, tributarie, patrimoniali e non, inclusa la riscossione per le sanzioni amministrative per le annualità non prescritte. Lo scorso ottobre la società ha chiesto la rinegoziazione e la modifica delle condizioni contrattuali in relazione alle conseguenze indotte dall’emergenza sanitaria da Covid-19, che ha bloccato la riscossione per sei mesi, considerate anche le esenzioni introdotte dallo Stato per agevolare le imprese che hanno portato ad una riduzione del gettito per il Comune. L’Amministrazione ha accolto la richiesta, vista la diminuzione delle entrate relative alle imposte legate soprattutto al settore turistico, in attesa della completa quantificazione e assegnazione dei contributi statali compensativi per il minor gettito tributario legato al calo delle entrate locali, da cui dipende anche la possibilità di sospendere e rinviare le proprie scadenze tributarie, al fine di dare un segnale concreto per il rilancio e a sostegno dell’economia locale senza però compromettere gli equilibri finanziari dell’Ente. La “Sogert”, che non può riscuotere direttamente alcuna somma, potrà accedere ad ogni conto dedicato alla riscossione delle entrate affidatagli per visionare quanto versato dai contribuenti, sia ai fini di controllo per l’eventuale attività di accertamento e di riscossione coattiva, sia ai fini del calcolo del proprio compenso senza avere ovviamente la possibilità di movimentare le somme presenti sul conto.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.