Venerdì 01 Marzo 2024
Per il Comune l'occupante ha perso il diritto. Concessi 30 giorni per liberarlo


Furci, il sindaco ordina lo sgombero di un alloggio popolare

di Redazione | 16/11/2016 | ATTUALITÀ

2095 Lettori unici

L'alloggio di via Madonna delle Grazie

Il sindaco di Furci Siculo, Sebastiano Foti ha firmato un’ordinanza per lo sgombero di un alloggio popolare sito nell’edificio ex Iacp di via Madonna delle Grazie. L’abitazione è in atto occupata da un 75enne di Messina residente nella cittadina jonica, che il 29 luglio 2015 era già stato diffidato a lasciare l’alloggio al piano terra della palazzina 2. L’occupante si era opposto chiedendo la revoca del provvedimento ma l’ottobre scorso l’Ufficio tecnico comunale ha rigettato le contestazioni specificando che il contratto di locazione è da intendersi risolto per la perdita da parte del 75enne dei requisiti prescritti dalla legge sulle case popolari. All’uomo erano stati quindi concessi dieci giorni per liberare l’abitazione e consegnare le chiavi al Comune, che ha la necessità di assegnare i locali agli aventi diritto in base alla graduatoria recentemente adottata.  L’occupante non ha però ottemperato ha quanto richiesto dall’Ente e il primo cittadino si è quindi visto costretto a firmare il provvedimento di sgombero, per ripristinare le condizioni di legalità ed eliminare una situazione che potrebbe creare pregiudizio per la pubblica sicurezza. Al 75enne sono stati concessi trenta giorni per lasciare l’alloggio; trascorso tale termine il Comune procederà con lo sgombero coattivo dell’immobile con l’intervento della forza pubblica, dandone comunicazione all’autorità giudiziaria. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.