Mercoledì 28 Settembre 2022
Somme insufficienti a garantire il servizio: stanziate altre risorse per evitare ritardi


Furci, il Comune sbaglia i conti e annulla la gara d’appalto per la mensa scolastica

di Andrea Rifatto | 23/09/2022 | ATTUALITÀ

548 Lettori unici

Il servizio partirà il 2 novembre

È stata annullata la gara d’appalto avviata il 30 agosto per l’affidamento del servizio di mensa scolastica per le scuole di Furci Siculo. La procedura era in corso sulla piattaforma telematica della centrale unica di committenza Tirreno Ecosviluppo 2000 ma nei giorni scorsi, a seguito della comunicazione giunta dal responsabile unico del procedimento, l’iter è stato bloccato perchè il Comune aveva sbagliato… i conti. L’1 giugno, con largo anticipo, la giunta guidata dal sindaco Matteo Francilia aveva stanziato per la mensa scolastica l’importo di 40mila euro, calcolando 85 pasti giornalieri al costo di 4,70 euro oltre Iva, ma nei giorni scorsi è emerso come in realtà fossero necessari 50mila euro. Entro il termine del 14 settembre erano già arrivate le offerte delle ditte interessate a partecipare alla procedura aperta, con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per un importo soggetto a ribasso pari a 38mila euro per garantire la refezione nelle scuole dell’infanzia Centro e Grotte per le classi prima, terza e quarta della scuola primaria, dal 2 novembre al 31 maggio. Le stesse società si sono però rese conto come l’importo non fosse sufficiente a coprire i costi e dunque il Comune ha integrato altri 10mila euro. Di conseguenza è stato necessario modificare il capitolato d’appalto ed eliminare anche l’articolo che prevedeva eventuali costi aggiuntivi per il contrasto alla pandemia, visto il mutato quadro epidemiologico che non impone più l’adozione di misure particolari che possono far aumentare le spese. Dopo l’approvazione di una nuova delibera in giunta, l’Area Amministrativa-Istituzionale ha modificato gli atti di gara da inviare alla centrale unica di committenza, assumendo un nuovo impegno di spesa per 50mila euro, affinché possa essere avviata un’altra procedura per arrivare questa volta ad affidare il servizio di mensa scolastica per le scuole furcesi, che partirà il 2 novembre senza alcun ritardo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.