Sabato 21 Maggio 2022
Il Comune ha ripristinato il servizio anche per puntare alla Bandiera blu


Furci, dopo anni tornano i bagnini sulla spiaggia libera per garantire più sicurezza

di Andrea Rifatto | 23/07/2021 | ATTUALITÀ

676 Lettori unici

La postazione di salvataggio realizzata egli anni scorsi

Sarà più sicura la balneazione per i residenti e i turisti che affolleranno la spiaggia di Furci Siculo. L’Amministrazione comunale ha infatti deciso quest’anno di garantire il servizio di vigilanza e salvataggio in mare, previsto tra l’altro dalla normativa regionale risalente al 1998 secondo la quale i Comuni sono tenuti ad assicurarlo lungo le spiagge libere di propria pertinenza, ma non sempre attivabile soprattutto per la carenza di risorse. A Furci la presenza dei bagnini era stata garantita dal Comune dalla precedente amministrazione, ma da circa cinque anni il servizio non era stato più attivato. Adesso la Giunta guidata dal sindaco Matteo Francilia ha deciso di ripristinarlo ritenendo che abbia un’indubbia valenza per il settore turistico-economico e anche una funzione sociale di salvaguardia della salute pubblica, senza contare che si tratta di un servizio la cui presenza è obbligatoria per poter puntare ad ottenere la Bandiera blu, il cui percorso è stato già avviato dal governo cittadino con l’obiettivo di conquistare il riconoscimento nel 2022. Sull’arenile, dal 26 luglio al 26 agosto, sarà quindi installata una postazione con i bagnini, presenti su due turni dalle 9 alle 14 e dalle 14 alle 19, forniti dall’associazione “Corpo Volontario di  Soccorso in Mare” (Cvsm) con sede operativa locale a Letojanni, con la quale il Comune ha siglato una convenzione che prevede la presenza di una torretta, attrezzata con tutto il materiale di salvataggio compreso il pattino o l’imbarcazione e con personale munito di brevetto e formato per garantire il rispetto delle norme per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il Comune verserà al Cvsm la somma di 4mila 500 a titolo di rimborso spese dopo la presentazione della richiesta e previa attestazione dell’effettivo svolgimento delle attività.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.