Martedì 25 Giugno 2024
Proprietari dei mezzi obbligati a rimuoverli, altrimenti ci penserà il Comune


Furci, barche abbandonate e degrado fuori il palazzetto: il sindaco ordina lo sgombero

di Redazione | 22/07/2022 | ATTUALITÀ

643 Lettori unici

I mezzi abbandonati nel parcheggio

Sono anni che l’area esterna del palazzetto dello sport di Furci Siculo è nel degrado, ma adesso che i lavori di riqualificazione e adeguamento della struttura sportiva sono quasi al termine si punta a ripristinare il decoro di tutto il perimetro dell’impianto. Così il sindaco Matteo Francilia ha firmato un’ordinanza con la quale ha disposto la rimozione e lo sgombero delle imbarcazioni di vario tipo, dei carrelli e di altri oggetti depositati in stato di abbandono nel piazzale della palestra comunale di via Sant’Antonino. Nello slargo sono infatti presenti da anni almeno una decina di barche, motoscafi, parti di motore e attrezzature, abbandonati e mai ripresi dai proprietari tanto che con il passare del tempo erbacce e rovi hanno ulteriormente infestato la zona. Adesso il Comune viene urgentemente liberarla, considerato anche che l’abbandono è vietato e reca danni all’ambiente e sotto il profilo del decoro e della pulizia. Il provvedimento, infatti, è stato emanato ai fini della tutela del decoro, della sicurezza e della pubblica incolumità e ordina la rimozione e lo sgombero immediato e non oltre 15 giorni, disponendo che gli eventuali proprietari o detentori delle imbarcazioni diano comunicazione agli uffici comunali dell’avvenuto sgombero dell’area. Nel caso di mancata rimozione da parte degli interessati, entro il termine previsto, sarà il Comune a provvedere immediatamente a ripristinare il decoro dell’area esterna del palazzetto dello sport, avviando le relative procedure di recupero-smaltimento-conferimento in un centro di raccolta autorizzato, così da ripulire tutta l’area ormai da troppi anni ridotta a deposito e ricettacolo di rifiuti e che presto diventerà il parcheggio dell’impianto sportivo mai entrato in funzione.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.