Mercoledì 17 Luglio 2024
Giro di vite per ristabilire il rispetto delle regole. Previste sanzioni per i proprietari


Furci, auto abbandonate tra degrado e rifiuti: il Comune avvia la rimozione delle carcasse

di Andrea Rifatto | 02/05/2022 | ATTUALITÀ

649 Lettori unici

Le prime auto rimosse dal Comune

Da anni varie zone periferiche di Furci Siculo vengono scelte per abbandonare veicoli in disuso o non più funzionanti, che i proprietari preferiscono lasciare in giro anzichè smaltire regolarmente avviandoli alla demolizione nei centri autorizzati. Con il passare del tempo i veicoli sono aumentati, divenendo ricettacolo di rifiuti e accrescendo lo stato di incuria di alcuni quartieri, sottraendo anche spazi utili alla sosta dei residenti. Adesso l’Amministrazione comunale ha deciso di intervenire e ha avviato le prime operazioni di rimozione dei mezzi abbandonati, spesso non più marcianti e senza ruote o parti meccaniche, ma in altri casi anche muniti di targhe che consentono di risalire rapidamente ai proprietari. I mezzi fermi da tempo sono solitamente privi di copertura assicurativa e revisione periodica, dunque lasciati sul suolo pubblico in violazione delle norme del Codice della strada. La Polizia locale ha quindi avviato le attività di sequestro, con l’intervento di un carroattrezzi, procedendo anche all’identificazione dei titolari per l’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie previste per i veicoli non in regola con gli obblighi di legge. “In questi giorni stiamo procedendo con la rimozione di diverse autovetture abbandonate nel nostro paese e nelle prossime settimane continueremo - commenta il sindaco Matteo Francilia, che ha seguito le operazioni di recupero dei rottami - chiedo a tutti i cittadini di essere civili e di evitare questo schifo, che crea solo disagi, degrado, sporcizia e pericolo per l'incolumità pubblica, oltre al fatto che si occupano parcheggi in modo ingiusto. Per questa ragione sanzioneremo le persone che pensano di fare ciò che vogliono negli spazi pubblici - ha aggiunto - è un segnale di civiltà, le strade appartengono a tutti i cittadini e non ai singoli privati”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.